'Ndrangheta, operazione a Reggio Calabria: sequestrate due aziende di costruzioni a Latina

Sotto sequestro sette società, di cui due nel territorio pontino. Il caso riguarda un bando per lavori pubblici del comune calabrese

Un sequestro di beni per 16 milioni e mezzo di euro è stato effettuato dai carabinieri a Reggio Calabria. Un imprenditore di 59 anni, presunto esponente della cosca "Alvaro-Pajechi" è stato arrestato per associazione mafiosa. Sotto sequestro sono finite sette società, due delle quali con sede a Latina: la Igeco srl e la Pontina Costruzioni srl. 

L'operazione è scaturita nell'ambito delle indagini "Camaleonte" e "A ruota libera", seguite rispettivamente dai carabinieri della compagnia e del Nucleo investigativo di Reggio Calabria. Le inchieste riguardano in particolare i lavori per la realizzazione di una fermata della metropolitana di superficie di Reggio Calabria e due appalti per lavori pubblici che erano stati banditi nel 2013 dal Comune di Reggio Calabria. Il coinvolgimento delle aziende pontine di costruzioni riguarda proprio questi ultimi due appalti.


   

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Meteo

    Meteo Latina, allerta per il forte vento a Pasquetta. Prevista anche pioggia

  • Cronaca

    Furto nella notte nel negozio Orizzonte: ladri in fuga all’arrivo dei carabinieri

  • Cronaca

    Trovato il corpo senza vita di un giovane: tragico rinvenimento la mattina di Pasqua

  • Cronaca

    Rifiuta di lasciare il centro di accoglienza e aggredisce i poliziotti: arrestato

I più letti della settimana

  • Mancati riposi obbligatori, multa salata per un autotrasportatore: 11mila euro

  • Autobus fermato dalla polizia a Caserta, salta la gita a Ninfa e Sermoneta

  • Muore all'improvviso mentre taglia l'erba: forse uno shock anafilattico

  • Il 70° Stormo nel reparto Pediatria del Goretti, in regalo uova ai piccoli pazienti

  • Aprilia, sposato due volte: 53enne processato per bigamia

  • Omicidio del boss Marino a Terracina, due case affittate in nero dai killer

Torna su
LatinaToday è in caricamento