Grandinate in provincia, Aspal Lazio: ingenti danni alle colture ancora da quantificare

Inizia la conta dei danni anche sul territorio pontino per il maltempo degli ultimi giorni

Arriva la conta dei danni per gli agricoltori della provincia di Latina. Il consiglio direttivo dell'Aspal Lazio spiega che non è ancora possibile quantificare con precisione il danno causato dalle violente grandinate degli ultimi giorni nei territori della provincia pontina e di Roma. Le prime stime si potranno avere solo nei prossimi giorni.

Sabaudia: la città delle dune imbiancata dalla grandine

“Quest’ultimo danno alle colture del nostro territorio, sommato ai danni dello scorso anno, oltre al solito e continuo crollo dei prezzi alla produzione, mette i nostri agricoltori di fronte ad una situazione di estremo disagio economico, senza precedenti. Per questo motivo – dichiara il presidente dell’Aspal Stefano Giammatteo - la nostra associazione farà di tutto per sensibilizzare le istituzioni ad ogni livello, con la speranza che almeno di fronte a questi danni, la politica la smetta di fregarsene e trovi immediatamente delle risorse. Questa gravissima situazione darà il colpo di grazia agli operatori di questo settore ormai sempre più abbandonati al loro destino nonostante tutto l’agricoltura rappresenti da sempre il settore primario di tutta la catena agro-alimentare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

Torna su
LatinaToday è in caricamento