Elezioni degli avvocati, richiesta al Tar di anticipare l'udienza per la decisione

La richiesta dei ricorrenti di deliberare sul caso prima della pausa estiva

Bisognerà attendere ancora per conoscere l’esito della querelle esplosa all’interno dell’Ordine degli avvocati. Nell’udienza di questa mattina davanti al Tar, chiamati a decidere sulla richiesta di sospensiva della delibera di revoca dei poteri del commissario nominato in seguito allo scioglimento dell'organismo forense, i tre avvocati ricorrenti hanno rinunciato essendo ormai superata dalla decisione del Consiglio di Stato alla quale il Ministero si è adeguato.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Era stato proprio il Consiglio di Stato a rinviare al Tar chiedendo ai giudici di pronunciarsi nel merito. Oggi i ricorrenti, rappresentati dall’avvocato Giovanni D’Erme, hanno rinunciato alla sospensiva cautelare e chiesto di anticipare la data dell’udienza che dovrà decidere, fissata per il 21 ottobre prossimo.  Con un’istanza è stato chiesto di anticipare, se possibile, a prima dell’interruzione delle attività per la pausa estiva. I giudici si sono riservati di decidere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Coronavirus, due nuovi casi in provincia: positivi a Latina ed Aprilia

  • Coronavirus: un nuovo caso in provincia. Rilevati in aeroporto 36 positivi dal Bangladesh

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento