Emergenza all'Ufficio giudice di pace, in servizio solo tre magistrati su quindici

Mercoledì assemblea degli avvocati presso la sede di viale Le Corbusier: organico sottodimensionato e carico di lavoro eccessivo

Sarà la sede del giudice di pace ad ospitare l’assemblea degli avvocati pontini convocata appositamente nei locali di viale Le Corbusier per puntare i riflettori sulla drammatica situazione di quel servizio giudiziario che vice da tempo in totale emergenza.

L’incontro, promosso dal Consiglio dell’Ordine forense, è in programma per mercoledì prossimo 27 febbraio a mezzogiorno presso l’aula penale degli uffici del giudice di pace dove si discuterà delle difficoltà delle tre sedi, Latina, Terracina e Fondi. E’ infatti quello, attualmente, il “buco nero” del sistema giudiziario pontino: in servizio a oggi ci sono soltanto 3 giudici sui 15 previsti in organico e di questi soltanto uno si occupa di penale. La conseguenza è un carico di lavoro per ciascuno dei magistrati insopportabile con la conseguenza che spesso non si può fare altro che rinviare con un inevitabile allungamento dei tempi di definizione della cause.

Sono i numeri, come sempre a parlare e gli ultimi dati a disposizione, quelli dell’annuale relazione presentata in Corte d’Appello, raccontano che Latina è tra i distretti giudiziari che ha fatto registrare sopravvenienze sostanziali. Sono 7.091 i fascicoli pendenti presso l’Ufficio del giudice di pace del circondario pontino nel settore civile dei quali 7594 sopravvenuti e 5.208 definiti. basta pensare che nell’anno giudiziario precedente i pendenti erano 4.705, in pratica la mole di casi da definire è quasi raddoppiata. Anche il settore penale ha il suo pesante carico anche perché c’è soltanto un giudice ad occuparsene: i nuovi procedimenti iscritti sono stati 883, quelli definiti 1.264 e il conto finale è di 1.325 fascicoli. L’indice di ricambio è del 140%, decisamente superiore a quello del precedente anno mentre la variazione delle pendenze finali è di segno negativo e si attesta a meno 21,4%.

Una situazione sulla quale l’Ordine degli avvocati ha deciso di accendere i riflettori e farne la prima delle battaglie in questa fase.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Daniele Nardi: a un anno dalla scomparsa la moglie racconta l'impresa sul Nanga Parbat

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Coronavirus, Regione: “Scuole chiuse nel Lazio e manifestazioni pubbliche vietate? Fake news”

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Cosa fare a Carnevale? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento