Identificato il giovane che ieri è annegato al Parco San Marco

Ancora da chiarire la dinamica della tragedia. Il corpo recuperato nella notte

E' stato identificato il giovane che ieri sera, 24 maggio, ha perso la vita annegando nel laghetto artificiale del parco San Marco. Si tratta di un cittadino originario del Ghana, di 24 anni. Si chiamava Emmanuel Yeboah ed era arrivato in Italia nel 2015. 

Il suo corpo è stato recuperato dai vigili del fuoco nel corso della notte, dopo aver parzialmente svuotato la grande vasca. Il ragazzo aveva una medicazione sul polso, che ha fatto supporre che fosse uscito da poco dall'ospedale. In realtà, secondo le prime informazioni, sembra che si fosse recato all'ospedale Goretti diversi giorni fa per problematiche fisiche di diverso tipo. Dalle prime informazioni sembra che sia stato ospite di un Cas di Aprilia.

Non è chiara invece la dinamica della tragedia. Secondo i testimoni che in quel momento, intorno alle 20, si trovavano al Parco San Marco, il giovane si è buttato scavalcando la balaustra nella parte più alta del lago, ha fatto tre bracciate in acqua e poi ha iniziato ad annaspare. Inutili sono stati i tentativi di soccorso di due uomini che si sono gettati per recuperarlo. L'acqua torbida e la pressione delle pompe sul fondo della vasca non glielo hanno permesso. Da chiarire il motivo del gesto del giovane, che non aveva mai dato segni di depressione. Non si esclude che possa essersi gettato e poi che sia rimasto incastrato senza più riuscire a risalire.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Torna l’ora solare: lancette dell’orologio indietro, ecco quando spostarle

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • I “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese sulla Riviera d’Ulisse: trionfa la Ricciola Saracena

  • Un uomo colto da infarto in strada: salvato da un medico e dal 118

Torna su
LatinaToday è in caricamento