Olimpia, chiesta una condanna a cinque anni per la funzionaria del Comune di Latina

Lusena avrebbe dirottato finanziamenti al Latina Calcio di Maietta e omesso di chiedere i canoni di affitto per lo stadio

Una condanna a cinque anni di reclusione. Questa la richiesta avanzata dall’accusa nei confronti del funzionario del Comune di Latina Elena Lusena che ha scelto il rito abbreviato - nell’udienza preliminare del processo Olimpia, la penultima prima della definizione delle posizioni dei 37 imputati.

Il pubblico ministero Giuseppe Miliano a conclusione della requisitoria ha chiesto al gup Giorgia Castriota  la condanna mentre la difesa, rappresentata dall’avvocato Leo Mercurio, ha sollecitato l’assoluzione. La funzionaria è accusata di associazione a delinquere finalizzata all’abuso di ufficio, concussione e turbata libertà degli incanti, comportamenti destinati a far conseguire vantaggi illeciti di natura patrimoniale e non alla società Latina Calcio. Secondo l’accusa avrebbe concorso a dirottare il finanziamento di 400mila euro destinato alla ristrutturazione dell’ex Albergo Italia sui lavori di ampliamento delle tribune dello stadio e non avrebbe richiesto il pagamento del canone di affitto del ‘Francioni’ facendo venire meno un introito di quasi 314mila euro.

Il processo è stato aggiornato al 25 febbraio per l’ultima udienza: in quella sede il magistrato emetterà la sentenza per la Lusena e per Vincenzo Malvaso che hanno scelto il rito abbreviato e deciderà sulla richiesta  di rinvio a giudizio per gli altri 35 indagati tra i quali l’ex sindaco Giovanni Di  Giorgi, l’ex assessore all’urbanistica Giuseppe Di Rubbo, l’ex deputato ed ex presidente del Latina Calcio Pasquale Maietta, la sua socia Paola Cavicchi e ancora ex dirigenti di piazza del Popolo e imprenditori del capoluogo pontino. Nel processo il Comune di Latina si è costituito parte civile con l’avvocato Cinzia Mentullo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, arriva l'ordinanza della Regione Lazio: misure di prevenzione e profilassi

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Coronavirus, Regione: “Scuole chiuse nel Lazio e manifestazioni pubbliche vietate? Fake news”

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Camionista di Sezze denunciato dai carabinieri a Pordenone: guidava in stato di ebbrezza

Torna su
LatinaToday è in caricamento