Sindacato e Lega visitano il carcere: struttura fatiscente e inadeguata

Sopralluogo di parlamentari Durigon, Zicchieri e Adinolfi a via Aspromonte per verificare le condizioni di lavoro del personale

E’ durata circa un’ora la visita effettuata questa mattina dai rappresentanti nazionali e locali del Sindacato Polizia Penitenziaria presso il carcere di via Aspromonte, visita nella quale sono stati accompagnati dai parlamentari della Lega Claudio Durigon, Francesco Zicchieri e Umebrto Fusco e dall’europarlamentare Matteo Adinolfi.  

All’interno della casa circondariale il gruppo effettuato una visita della struttura, parlato con il personale il tutto e con la direttrice Nadia Fontana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La struttura non versa in buone condizioni – ha spiegato Zicchieri all’uscita – e presenta molte carenze e anche il personale lavora in condizioni difficili, ha bisogno di supporto politico e istituzionale”. Inevitabile un riferimento alle vicende delle ultime settimane e in particolare alle inchieste ‘Astice’ e ‘Petrus’ che hanno coinvolto due rappresentanti della polizia penitenziaria in servizio a Latina, finiti in carcere.  “La notizia ci ha scosso – ha spiegato il Presidente nazionale del sindacato Alessandro De Pasquale che era accompagnato dal delegato Ciro Borrelli – ma in questa struttura lavorano tanti colleghi seri e meritevoli. Questo è un momento difficile e servono fondi per interventi strutturali: anche la mensa è chiusa perché l’ascensore è fuori servizio e non ci sono fondi per ripararlo”. “Il personale – ha detto il presidente del Sippe, Alessandro De Pasquale – è scosso dalla notizia ma ci sono persone meritevoli che lavorano per lo Stato. Ringrazio i parlamentari della Lega che hanno accolto il nostro invito. Hanno potuto così vedere luoghi fatiscenti. Occorrono fondi per migliorare la struttura. Anche la mensa è chiusa perché non ci sono fondi per sistemare l’ascensore”. Durigon ha sottolineato l’esigenza di applicare un contratto di lavoro unico per questa categoria come accade negli altri settori.

Il commento del consigliere regionale Simeone: "A Latina serve un nuovo carcere"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

  • Fiumi di droga dalla Spagna al sud pontino: 22 arresti. Armi e bombe per eliminare i rivali

  • Coronavirus: in provincia nessun nuovo caso, 11 pazienti nel Lazio e un decesso

Torna su
LatinaToday è in caricamento