Vìola per due volte gli obblighi di firma e picchia un agente: finisce in carcere

Aggravamento della misura cautelare per un 56enne di Latina, pregiudicato, che aveva picchiato un poliziotto della squadra volante

Era sottoposto agli obblighi di firma, ma è stato arrestato in esecuzione di un'ordinanza di aggravamento della misura cautelare in carcere emessa dal tribunale di Latina. In manette un uomo del capoluogo di 56 anni, V.E., pregiudicato, che deve rispondere di oltraggio, lesioni e minacce aggravate a pubblico ufficiale.

Il 10 giugno scorso, convocato per alcune notifiche, aveva opposto resistenza rifiutandosi con vilenza di sottoporsi al fotosegnalamento. Si era quindi scagliato contro uno degli operatori della squadra volante che cercava di riportarlo alla calma, colpendolo con calci e pugni e procurandogli lesioni giudicate guaribili in 10 giorni. Dopo l'arresto il 56enne è stato giudicato per direttissima e sottoposto nuovamente agli obblighi di firma ai quali però non ha mai ottemperato. Il 16 giugno la squadra volante ha quindi segnalato la violazione e richiesto la misura di aggravamento della misura cautelare. E ieri l'uomo è stato prelevato dalla sua abitazione e condotto in carcere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

Torna su
LatinaToday è in caricamento