Caporalato, il gip concede gli arresti domiciliari a Luigi Battisti e Daniela Cerroni

Scarcerati i due vertici dell'organizzazione, arrestati a gennaio nell’ambito dell’operazione Commodo

Hanno ottenuto gli arresti domiciliari Luigi Battisti e Daniela Cerroni, arrestati a gennaio scorso nell’ambito dell’operazione Commodo sul caporalato. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina Mario La Rosa ha infatti accolto la richiesta degli avvocati Pasquale e Mauro Improta e disposto la scarcerazione dei due imputati modificando la misura cautelare in arresti domiciliari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda invece Chiara Battisti a suo carico è stato disposto soltanto l’obbligo di firma. La Procura aveva espresso parere contrario ma il gip ha ritenuto ormai affievolito il pericolo di inquinamento delle prove essendo già stati ascoltati in sede di incidente probatorio i numerosi lavoratori stranieri coinvolti nell’attività di caporalato. La prossima udienza davanti al gup è fissata per il 7 giugno quando verrà depositata la perizia dell’ingegner Molinaro, perito incaricato di esaminare i dispositivi elettronici posti sotto sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

  • Coronavirus: salgono a 536 i casi in provincia, nel Lazio sono 3786 gli attuali positivi

  • Coronavirus Latina: due nuovi casi positivi in provincia. Muore una donna al Goretti

  • Coronavirus, contagi a Priverno. Il sindaco spegne le polemiche: “Nessuna zona rossa”

Torna su
LatinaToday è in caricamento