Operazione Petrus, primi interrogatori in carcere per gli arrestati

Il gip proseguirà nei prossimi giorni ascoltando anche le persone coinvolte nell'inchiesta Astice

Primi interrogatori in carcere questa mattina nell’ambito dell’operazione Petrus condotta dal comando provinciale dei carabinieri. Il giudice per le indagini preliminari Giuseppe Cario, che ha firmato le 34 ordinanze di custodia cautelare, ha ascoltato Luca Pintus, il 36enne di Sezze, assistito dall’avvocato Guerrino Maestri, che ha risposto alle domande spiegando ogni singolo fatto contestato. Interrogatorio anche per la 61enne Maria Spina assistita dall’avvocato Stefano Perotti che ha invece scelto di rimanere in silenzio avvalendosi della facoltà di non rispondere. Davanti al gip è comparso anche Saverio Dei Giudici, 30 anni, di Terracina, difeso dall’avvocato Gianni Lauretti, che ha risposto alle domande  mentre Gioacchino Iazzetta, difeso dall’avvocato Giancarlo Vitelli, è rimasto in silenzio. Ha dichiarato la sua estraneità ai fatti Rachele Sellacci, assistita dall’avvocato Amleto Coronella.

Oggi il gip dovrebbe proseguire interrogando altri arrestati compresi quelli dell’indagine parallela denominata ‘Astice’. Molti degli interrogatori verranno effettuati su rogatoria essendo gli imputati detenuti in diversi istituti penitenziari italiani.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bracciante abbandonato alla stazione dal datore di lavoro si sdraia sui binari: non è mai stato pagato

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Incidente al Piccarello, schianto fra auto: due bambine in ospedale. Strada chiusa

  • Si spara con la pistola di ordinanza: muore finanziere in servizio a Gaeta

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Cisterna, falso allarme bomba per un’auto sospetta davanti la caserma dei carabinieri

Torna su
LatinaToday è in caricamento