Pestaggio al Carrefour, sentenza annullata per Ciaravino: processo da rifare

Il giovane era stato condannato a due anni e dieci mesi per l'aggressione e le lesioni al vigilante del supermercato. Condannati anche Valentina e Roberto Ciarelli

La Corte di Cassazione ha annullato la sentenza con la quale Matteo Ciaravino era stato condannato a due anni e dieci mesi di carcere per l’aggressione ai danni del vigilante del supermercato Carrefour del Piccarello del 28 gennaio 2018.

La quinta sezione ha accolto il ricorso presentato dal legale di Ciaravino, l’avvocato Francesco Vasaturo, contro la sentenza di primo e secondo grado che avevano giudicato colpevole l’imputato per le gravi lesioni riportate dalla vittima e disposto che venga celebrato un nuovo processo per accertare le responsabilità del giovane che quel giorno era all’interno dell’esercizio commerciale con Roberto Ciarelli e Valentina Ciarelli. Quest’ultima è stata  condannata in primo grado a due anni e quattro mesi, sentenza confermata in secondo grado mentre Roberto Ciarelli, che aveva scelto il rito abbreviato in sede di udienza preliminare ed era stato condannato a due anni e quattro mesi  per lesioni personali e violenza privata, a giugno dello scorso anno era tornato in libertà per decorrenza dei termini di custodia cautelare non essendo ancora stato celebrato il processo di secondo grado. La difesa di Ciaravino ha sempre posto l’attenzione sul video di sorveglianza che ha ripreso l’aggressione per dimostrare che il proprio assistito non mai ha posto in essere alcun atto per aiutare Roberto Ciarelli nel colpire il vigilante, anzi era nel supermercato solo per fare la spesa.Ora dovrà essere celebrato un nuovo processo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso al Senato, 30 posti da assistente parlamentare: come candidarsi

  • Maxi furto in gioielleria con la figlia: arrestata ladra seriale ricercata dalla polizia

  • In auto con 30 chili di droga: corriere fermato a Terracina e arrestato

  • Processo Arpalo, in una pen drive le prove del riciclaggio di denaro di Maietta e soci

  • Auto si ribalta e finisce fuori strada, famiglia salva per miracolo

  • Fondi, aveva oltre mezzo chilo di hashish in cantina: 23enne finisce agli arresti

Torna su
LatinaToday è in caricamento