Truffa e abuso d'ufficio, a processo l'ex primario di Neurochirurgia del Goretti

Carmine Franco avrebbe violato le regole sull'attività libero-professionale e aiutato alcuni colleghi in un concorso. La Asl parte civile nel procedimento penale che inizierà a gennaio

Ha scelto il rito abbreviato e sarà processato il 28 gennaio prossimo davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Giorgia Castriota Carmine Franco, ex primario facente funzioni del reparto di Neurochirurgia del Santa Maria Goretti di Latina.

Il professionista deve rispondere di truffa ai danni della Asl, abuso d’ufficio e rivelazione di segreti d’ufficio. Secondo i carabinieri del Nas che hanno portato avanti l’indagine coordinati dal sostituto procuratore Valerio De Luca, il neurochirurgo svolgeva la sua attività professionale oltre presso il Reparto di Neurochirurgia del nosocomio pontino anche presso altre strutture sanitarie private. Le accuse nei suoi confronti riguardano inoltre i presunti aiuti dati a  colleghi  che dovevano sostenere un concorso per un posto a tempo determinato preso il suo reparto ai quali avrebbe fornito copia dei quesiti d’esame. I reati sarebbero stati commessi nel giugno e luglio 2017.

Nei suoi confronti era stata anche disposta la misura interdittiva anche se attualmente il professionista, assistito dagli avvocati Giovanni Lauretti e Salvatore Volpe, lavora presso un’altra struttura sanitaria. Nel procedimento a suo carico la Asl si è costituita parte civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Dramma a Terracina: uomo si toglie la vita impiccandosi a un ponte

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

Torna su
LatinaToday è in caricamento