Rapina la ex al Parco Falcone e Borsellino, il 26enne resta in carcere

Il giovane è stato interrogato questa mattina dal gip. Aveva anche violato il divieto di avvicinamento alla ragazza

Interrogatorio in carcere questa mattina per il 26enne che mercoledì aveva aggredito l’ex fidanzata e le aveva rubato il telefonino all’interno del Parco Falcone Borsellino di Latina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il giovane, che è assistito dall’avvocato Giovanni Codastefano e deve rispondere di rapina e violazione degli arresti domiciliari, è stato ascoltato dal giudice per le indagini preliminari Giuseppe Cario al quale ha raccontato che quel cellulare glielo aveva dato lui. A conclusione dell’interrogatorio il gip ha convalidato l’arresto e confermato la detenzione in carcere per il pericolo di reiterazione del reato visto che il 26enne ha anche violato il divieto di avvicinamento alla ragazza e poi i domiciliari per averle rotto un dito durante una precedente lite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

  • Coronavirus Latina: due nuovi casi positivi in provincia. Muore una donna al Goretti

  • Coronavirus, i contagi tornano a crescere: 7 nuovi casi da nord a sud della provincia

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

Torna su
LatinaToday è in caricamento