Devasta due bar, rapina una donna e picchia in strada la compagna: preso un 27enne

Il giovane, con precedenti a carico, ha seminato il panico in diverse zone della città all'alba di oggi

Ha aggredito un uomo con calci e pugni, ha devastato un bar, rapinato una ragazza e picchiato la propria compagna. Un ragazzo di 27 anni, S.T., ha seminato il panico all'alba di oggi, 16 marzo, in Piazza Moro. Intorno alle 6 gli equipaggi della squadra volante sono intervenuti dopo la segnalazione del proprietario di un bar che aveva chiesto aiuto alla polizia perché all'interno del suo locale il 26enne aveva picchiato un cliente e danneggiato sedie e tavoli prima di darsi alla fuga. Raccolta la testimonianza del titolare dell'attività, il personale delle volante ha iniziato una caccia all'uomo per le strede vicine a Piazza Moro, ma proprio durante l'attività è arrivata una nuova segnalazione al 113 di un uomo che stava picchiando una giovane in via Cesare Augusto, mentre una pattuglia della polizia è stata fermata in via Tasso da una una ragazza che diceva di essere stata appena rapinata da un giovane. 

Il 27enne è stato fermato poco dopo dagli agenti della Volante proprio in via Tasso. Era in evidente stato di alterazione psicofisica e quando i poliziotti lo hanno bloccato ha dato in escandescenze e ha urlato: "Che .... volete, sto a litigà con la mia donna, levateve dar .... che ve sfonno". Il giovane ha poi continuato a dimenarsi e a minacciare opponendo resistenza alla polizia.

Intanto, la sua convivente, con evidenti segni sul volto per le percosse subite, è stata medicata dal personale del 118 ma ha rifiutato il trasporto in ospedale e ha deciso di non denunciare il compagno, mentre la commessa di un bar, vittima della rapina, si è recata in questura per sporgere denuncia anche per il danneggiamento del locale.

Dagli accertamenti e dalla denuncia della vittima  è emerso che il 27enne, dopo aver litigato con un uomo all’interno di un locale in Piazza Moro, ha cominciato a picchiare la sua compagna per strada e successivamente ha rapinato e danneggiato un altro bar in via Tasso perché la dipendente, avendo assistito all'aggressione, aveva deciso di chiamare la polizia. L'uomo, con diversi precedenti di polizia a carico, è stato condotto in questura e rinchiuso nelle camere di sicurezza per i reati di rapina, resistenza e minacce a pubblico ufficiale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

  • Si spara con la pistola di ordinanza: muore finanziere in servizio a Gaeta

  • Minacce di morte ai carabinieri: Giorgia Meloni in visita alla caserma di Aprilia

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento