Picchia e rapina i genitori per comprare la droga, in manette un 28enne di Latina

Il ragazzo da mesi maltrattava il padre e la madre, ieri l'intervento dei carabinieri a via Bruxelles

Ha aggredito, picchiato e rapinato i genitori per farsi dare i soldi necessari a comprare la droga: un 28enne di Latina è stato arrestato per rapina, lesioni, maltrattamenti in famiglia e atti persecutori.

I fatti sono accaduti sabato in via Bruxelles  dove una pattuglia  dei carabinieri della sezione radiomobile nel corso di un servizio per il controllo del territorio è intervenuta all’interno di un’abitazione dove era in corso una violenta lite. M.I., queste le iniziali del giovane, tossicodipendente, da mesi – secondo il racconto dei familiari – perseguitava i genitori costringendoli, anche con la  violenza, a consegnarli denaro. Ieri la scena si era ripetuta e il ragazzo li aveva picchiati per l’ennesima volta portando via il portafoglio e due orologi per poi darsi alla fuga. A causa delle ferite il padre e la madre sono dovuti ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso del Goretti che li hanno medicati per alcune contusioni al viso giudicate guaribili in dieci giorni.

Il 28enne, che si era appena allontanato, è stato raggiunto e arrestato dai militari dell'Arma non lontano dall’abitazione: ora si trova in carcere con le accuse di  rapina, lesioni, maltrattamenti in famiglia e atti persecutori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso al Senato, 30 posti da assistente parlamentare: come candidarsi

  • Maxi furto in gioielleria con la figlia: arrestata ladra seriale ricercata dalla polizia

  • In auto con 30 chili di droga: corriere fermato a Terracina e arrestato

  • Processo Arpalo, in una pen drive le prove del riciclaggio di denaro di Maietta e soci

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Preso con 30 chili di droga confessa al giudice: "La trasportavo per conto di altre persone"

Torna su
LatinaToday è in caricamento