Sciopero mondiale per il clima il 15 marzo: iniziative anche a Latina

Appuntamento in Piazza del Popolo con un flash mob. L'iniziativa è promossa dal movimento Fridays For Future, nato sulla scia della mobilitazione di Greta Thunberg

Una immagine della dimostrazione che si è tenuta il 22 Febbraio scorso a Parigi in presenza di Greta Thunberg

Anche Latina aderisce allo sciopero mondiale per il clima in programma venerdì 15 marzo. Appuntamento in Piazza del Popolo, alle 18, con un flash mob. L'iniziativa è promossa dal movimento Fridays For Future, nato sulla scia della mobilitazione di Greta Thunberg, la studentessa svedese sedicenne, che ha ispirato un movimento internazionale grazie ai suoi scioperi ogni venerdì davanti al Parlamento svedese per sensibilizzare i suoi compagni sui cambiamenti climatici e le loro drammatiche conseguenze. 

Da alcune settimane migliaia di studenti in vari Paesi, dalla Svezia al Belgio, dalla Germania all’Australia ad altri, stanno aderendo allo Sciopero per il Clima, per chiedere interventi concreti contro il riscaldamento globale e per proteggere il nostro futuro e salvare il nostro Pianeta.  “Se i Paesi della Terra non prenderanno provvedimenti per limitare la diffusione dei gas serra - spiega Jessica Brighenti, una delle organizzatrici locali - il riscaldamento globale potrebbe superare la soglia di 1,5 gradi tra appena 11 anni, nel 2030” - livello, già inaccettabilmente pericoloso per la sopravvivenza del pianeta: questo è stato l’avvertimento sull’attuale situazione climatica da parte dell’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change), organismo tecnico-scientifico dell’ONU sui cambiamenti climatici e il loro impatto socio-economico. Tutti noi dobbiamo comprendere che quando si parla di salvare il Pianeta, in realtà stiamo parlando di salvare noi stessi, perché noi facciamo parte di esso. Per questo noi giovani, studenti, cittadini e associazioni abbiamo deciso di mobilitarci per sensibilizzare l'opinione pubblica, in particolar modo in un territorio come quello dell’agro pontino dove, secondo gli scenari globali, l’innalzamento del livello medio dei mari metterà a serio rischio la fascia costiera, con intere zone che verranno ricoperte dalle acque". 

"Sono fiera che questo vento di cambiamento sia partito proprio da una studentessa, - dice Valeria Campagna, consigliera comunale di Latina - ma sono allo stesso tempo preoccupata per il nostro futuro, che non può esserci senza il pianeta Terra. Noi giovani viviamo con il peso dell’incertezza, ma ci stiamo attivando con consapevolezza e partecipazione, proprio come nel caso dello sciopero previsto per venerdì, per contrastare subito e con drastiche misure quelle pratiche che porteranno ad una situazione irreversibile, prima che essa diventi tale. Lancio quindi un appello ai giovani, ma anche a tutta la cittadinanza: scendiamo in piazza per una politica climatica più ambiziosa e incisiva a livello globale, europeo, nazionale e locale, per rovesciare la prospettiva: ricordare ai governi che non hanno ereditato la Terra dai loro padri, ma l’hanno presa in prestito dai loro figli.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

  • Minacce di morte ai carabinieri: Giorgia Meloni in visita alla caserma di Aprilia

  • Si spara con la pistola di ordinanza: muore finanziere in servizio a Gaeta

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento