Stalking su due insegnanti, studentessa del liceo artistico condannata

La giovane per due anni ha bombardato di messaggi le mail dei professori mandandole in tilt. Ha patteggiato una pena di otto mesi

Una pioggia di mail personali sulla posta elettronica tanto da mandarla in tilt e messaggi sui social sono costati ad una studentessa del liceo artistico di Latina una condanna a otto mesi di reclusione per stalking nei confronti di due ex insegnanti.

Ilaria Nicoletta, oggi 28enne, è comparsa questa mattina davanti al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina Giuseppe Cario accusata di avere provocato agli insegnanti, nel periodo compreso tra il 2014 e il 2016, uno stato di ansia, tempestandoli di mail e messaggi ingiuriosi e polemici con i quali li accusava di condotte discriminatorie nei suoi confronti. Oltre a ciò avrebbe messo in atto una sorta di sabotaggio informatico chiedendo ripetutamente la riformulazione della password di servizi online delle vittime e intasando la posta elettronica, impedendone l’uso, un comportamento che ha determinato per i professori presi di mira la perdita di dati informatici, comportamento che le è costato anche l’accusa di danneggiamento.  

La difesa della ragazza, rappresentata dall’avvocato Luigi Pescuna, ha chiesto di patteggiare la pena, richiesta accolta dal pm D’Angeli e a conclusione della camera di consiglio il gup ha condannato la 28enne a otto mesi di reclusione con la sospensione condizionale della pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Dramma a Terracina: uomo si toglie la vita impiccandosi a un ponte

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

Torna su
LatinaToday è in caricamento