Pestaggio in una camera d'albergo, cerca di soffocare la compagna: arrestato per tentato omicidio

La violenta aggressione avvenuta all'alba del 16 gennaio. Il portiere, allarmato dalle urla provenienti dalla stanza, ha allertato la polizia

Pestata in una camera d'albergo dal compagno violento. E' finito con un arresto per tentato omicidio l'incubo di una donna di origine messicana, vittima delle aggressioni dell'uomo. Gli agenti della squadra volante sono intervenuti all'alba di ieri dopo la chiamata al 113 del portiere notturno dell'albergo, allarmato dalle urla che provenivano da una stanza al primo piano. 

Quando i poliziotti hanno raggiunto la camera hanno trovato la vittima visibilmente agitata. Piangeva e con andatura claudicante cercava di uscire dalla stanza con i propri effetti personali mentre l'uomo la tratteneva con violenza per un braccio impedendole di allontanarsi. Compresa la situazione gli agenti hanno diviso la coppia e tranquillizzato la donna affidandola alle cure dei sanitari del 118. Presentava infatti evidenti segni di percosse su tutto il corpo e, mimando alcuni gesti, ha fatto capire di essere stata vittima di un'aggressione da parte del compagno. Dalla ricostruzione della dinamica, anche grazie ad alcuni testimoni, è emerso che intorno alle 5 di ieri, 16 gennaio, era iniziata tra la coppia una discussione per motivi di gelosia. La donna aveva infatti comunicato al convivente di voler fare ritorno nel suo Paese di origine. La reazione dell'uomo è stata violenta. Ha dato in escandescenza, le si è scagliato contro colpendola sulla testa e poi con calci e pugni su tutto il corpo. Ha cercato anche di soffocarla e il peggio è stato evitato solo grazie al tempestivo intervento degli agenti della squadra volante.

La vittima è stata affidata alle cure del 118 ma ha rifiutato il ricovero e ha lasciato l'ospedale con una prognosi di 20 giorni per contusioni multiple, trauma cranico e uno stato ansioso. In sede di denuncia ha raccontato di aver avuto una lite già nella mattinata precedente, sfociata in una prima violenta aggressione da parte del compagno. Quest'ultimo, un cittadino turco di 30 anni in Italia senza fissa dimora, è stato arrestato per tentato omicidio e condotto in carcere a Latina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

  • Coronavirus: in provincia nessun nuovo caso, 11 pazienti nel Lazio e un decesso

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

Torna su
LatinaToday è in caricamento