La Nato abbandona Latina, l'allarme di Calandrini: "Ora tuteliamo la scuola di volo"

La cerimonia di addio alla struttura di Borgo Piave. L'intervento del senatore di FdI Nicola Calandrini

La scuola Nato abbandona Latina. Le operazioni di trasferimento verso il Portogallo erano state decise da anni e ora sono diventate realtà, con una cerimonia di addio che di fatto chiude un capitolo importante per la città. Sul caso interviene anche il senatore di FdI Nicola Calandrini, coordinatore provinciale del partito: "Latina perde la scuola Nato nell'indifferenza più totale - commenta - Oggi, come istituzioni, non ci rimane che concentrarci sulla salvaguardia dell’indotto, verificando che questo abbandono non abbia conseguenze economiche per le famiglie che lavoravano direttamente e indirettamente per quella struttura". 

"Ma è anche il tempo di coalizzarsi e fare in modo che quanto accaduto per la scuola Nato non abbia a ripetersi - continua Calandrini - Latina e la sua provincia sono rappresentate nel Consiglio e nella Giunta della Regione Lazio, alla Camera, al Senato, al Governo e ora anche nell’Europarlamento. Non ci sono più scuse, in questi casi la politica deve mettere da parte le bandiere e fare squadra, aprendo discussioni e concertazioni. Per la scuola Nato non si è fatto. Mi auguro invece che ci si possa coalizzare per mantenere la scuola di volo di Latina Scalo. Come istituzioni, a tutti i livelli, non possiamo limitarci a subire le decisioni, passivamente. Dobbiamo invece batterci come una sola voce". 

"Adesso l’eccellenza si chiama scuola di volo di Latina Scalo, abbiamo tutti, a tutti i livelli, il dovere di intervenire - conclude il senatore - L’obiettivo deve essere unico: la difesa del territorio e delle sue peculiarità. Altrimenti il destino è l’impoverimento, e questo non possiamo accettarlo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Preso con 30 chili di droga confessa al giudice: "La trasportavo per conto di altre persone"

  • Si tuffa in mare per sfuggire ai carabinieri, nascondeva cocaina ed eroina. Arrestata

  • Maxi furto in gioielleria con la figlia: arrestata ladra seriale ricercata dalla polizia

  • Cisterna, caseificio chiuso dal Nas continua a produrre mozzarelle: denunciato il titolare

  • Processo Arpalo, in una pen drive le prove del riciclaggio di denaro di Maietta e soci

Torna su
LatinaToday è in caricamento