Lite per l’eredità, arrestato per stalking e lesioni il fratello di un’avvocatessa

L’uomo e la sua compagna hanno minacciato e poi picchiato la professionista

Minacce di ogni genere poi anche un’aggressione fisica che li hanno portati dritti in carcere. Il fratello di un’avvocatessa del capoluogo pontino e la sua compagna sono infatti stati arrestati nei giorni scorsi per stalking e lesioni e domani mattina saranno interrogati in Tribunale dal giudice per le indagini preliminari.

All’origine del degenerare dei rapporti tra i due una questione di eredità non risolta. All’inizio la professionista era stata ripetutamente minacciata di morte e poi anche di essere radiata dall’Ordine, una situazione che le ha provocato uno stato di ansia inducendola a presentare una denuncia. Poi dopo alcuni giorni fratello e sorella si sono incontrati nuovamente presso il Parco San Marco di Latina dove era presente anche la compagna dell’uomo: qui i due hanno minacciato nuovamente l’avvocatessa, le hanno aizzato contro il cane e poi l’hanno aggredita fisicamente provocandole lesioni al ginocchio, al polso, al gomito e un trauma cranico.

A questo punto, dopo una nuova denuncia M.V., 64 anni, e R.C. di 56 anni, sono stati arrestai con l’accusa di stalking e lesioni. Domani mattina l’interrogatorio di garanzia presso il Tribunale di Latina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Coronavirus, arriva l'ordinanza della Regione Lazio: misure di prevenzione e profilassi

  • Coronavirus, Regione: “Scuole chiuse nel Lazio e manifestazioni pubbliche vietate? Fake news”

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Camionista di Sezze denunciato dai carabinieri a Pordenone: guidava in stato di ebbrezza

Torna su
LatinaToday è in caricamento