Lite per l'eredità, stalking e lesioni sulla sorella: i due arrestati in silenzio dal gip

Il fratello ricoverato in ospedale, la compagna ottiene i domiciliari. L'arresto scattato nei giorni scorsi

Si sono avvalsi entrambi della facoltà di non rispondere M.V. e R.C., accusati di stalking e lesioni nei confronti della sorella di lui, avvocatessa del foro di Latina. L’uomo e la donna, difesi entrambi dall’avvocato Giuseppe De Gregorio,  erano finiti in carcere nei giorni scorsi dopo una lunga serie di vessazioni, fisiche e psicologiche nei confronti  della professionista, e questa mattina sono comparsi davanti al giudice per le indagini preliminari Giorgia Castriota per l’interrogatorio di garanzia.

Hanno scelto di non rispondere alle domande, ma lui ha avuto un problema cardiaco e si è reso necessario il ricovero presso l’ospedale il Santa Maria Goretti dove rimarrà agli arresti ospedalieri, come ha stabilito il giudice, fino a quando non sarà in grado di poter tornare in carcere.

Per quanto riguarda la donna, il giudice ha accolto la richiesta della difesa e le ha concesso gli arresti domiciliari. La vicenda è nata in seguito ad un contenzioso per un’eredità che ha scatenato il 64nne e la sua compagna 56enne con una serie di minacce nei confronti della vittima: minacce di morte, minacce di farla radiare dall’albo professionale. Fino alla lite al Parco San Marco, dove la professionista è stata anche minacciata con una barra di ferro e spinta a terra, poi presa  a calci tanto da provocarle un trauma cranico, lesioni ad un ginocchio, al gomito e al polso come risulta dai verbali e dai referti medici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gatto incatenato e maltrattato: la segnalazione a Latina

  • Cimitero di auto rubate in un terreno: scompare il materiale sequestrato

  • Guida Michelin 2020: c'è l’Acqua Pazza di Ponza tra i ristoranti “stellati” del Paese

  • Spaccio a piazza Moro, Girondino condannato a tre anni e mezzo di carcere

  • Tragico incidente a Terracina, auto contro un camion: muore una donna

  • Tabacco riscaldato e sigarette elettroniche riducono dell'80% i livelli di monossido di carbonio: lo studio italiano

Torna su
LatinaToday è in caricamento