Maestre interrogate dal gip: una resta in silenzio, l'altra si difende: "mai picchiato un bambino"

La difesa dell'insegnante che ha risposto alle domande del giudice ha chiesto di acquisire la relazione dello scorso novembre in cui si chiedeva un'assistente scolastica per difficoltà di gestione di un bambino

Si sono svolti questa mattina gli interrogatori delle due maestre sospese dall'incarico per un anno in seguito a un'indagine sui maltrattamenti ai danni dei bambini di una classe della scuola dell'infanzia di Piazza Dante.

Difese dagli avvocati Napoleone e Angeloni, entrambe questa mattina sono comparse davanti al giudice per le indagini preliminari Pierpaolo Bortone ma, mentre una si è avvalsa della facoltà di non rispondere, l'altra ha risposto alle domande, ridimensionando le accuse a suo carico, riferendo di non aver mai picchiato gli alunni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La difesa di quest'ultima, rappresentata dall'avvocato Napoleone, ha chiesto di acquisire la relazione redatta dalle insegnanti lo scorso novembre in cui si chiede alla dirigenza il supporto di un'assistente scolastica per le difficiltà di gestione relative a uno dei bambini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente nella notte sull'Appia, un morto e due feriti gravissimi

  • Coronavirus: un nuovo caso in provincia. Rilevati in aeroporto 36 positivi dal Bangladesh

  • Coronavirus, 14 casi nel Lazio. Regione: “A Terracina positivo un uomo del Bangladesh”

  • Coronavirus: nel Lazio 920 casi, 19 in più rispetto a ieri e 709 persone in isolamento domiciliare

  • Coronavirus, quattro nuovi casi positivi a Formia. L'annuncio del sindaco

  • Coronavirus Latina: i contagi crescono ancora, tre nuovi casi in provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento