Mafia, un incontro a Latina con i testimoni di giustizia

Hanno partecipato anche "I Cittadini contro le mafie e la corruzione" e "Antonino Caponnetto"; protagonisti i testimoni, provenienti da tutta Italia, che hanno denunciato gravi delitti di mafia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

"Con la partecipazione delle associazioni “I Cittadini contro le mafie e la corruzione” e “Antonino Caponnetto” si è svolto nella giornata di ieri a Latina un incontro di testimoni di giustizia provenienti da varie parti di Italia che hanno denunciato gravi delitti di mafia.

Si tratta di una categoria di 78 persone che proprio per avere avuto il coraggio civile di denunciare reati di mafia vanno additati all’apprezzamento ed alla stima di tutti i cittadini onesti d’Italia. Purtroppo le istituzioni molto spesso non attribuiscono a queste valorose persone i meriti che una società ed uno Stato democratico dovrebbero riconoscere e che invece non riconoscono. I partecipanti hanno deciso di costituirsi in associazione autonoma che sarà denominata “Associazione dei testimoni-vittime di mafia” che sostenuta dalla predette associazioni e da altre ancora che stanno già aderendo, porrà sui tavoli istituzionali con determinazione le problematiche avanzate da questa benemerita categoria dei testimoni di giustizia senza della quale ogni lotta alla mafia ed alla corruzione corre il rischio di trasformarsi in mera retorica buonista.

Sono decine i testimoni di giustizia, ed in modo particolare alcuni imprenditori, abbandonati da uno Stato patrigno che cercano di salvare sé stessi la propria famiglia e la propria azienda dalle miopie burocratiche e politiche. Il ridotto numero dei testimoni di giustizia per reati di mafia è la dimostrazione di come nei fatti non venga incentivata dallo Stato la collaborazione dei cittadini che sono a conoscenza o che rimangono vittime dei delitti compiuti dalle mafie. Il presente comunicato viene firmato per motivi di sicurezza solo dai rappresentanti delle predette associazioni antimafia".

Torna su
LatinaToday è in caricamento