Maltempo, danni ingenti a Latina: arriva l’ordinanza del Comune

Dopo il week end infernale per l'ondata di maltempo nel capoluogo arriva l'ordinanza per la "manutenzione e pulizia di fosse e canali, e il taglio e la potatura di alberi, rami e siepi"

Il violento nubifragio della notte tra sabato e domenica ha creato non pochi disagi nel capoluogo pontino, per non parlare dei danni causati a privati, attività commerciali e ai terreni agricoli.

La copiosa precipitazione, che si è abbattuta su tutta la provincia pontina, ha paralizzato la circolazione in alcune zone di Latina dove le strade allagate sono diventate totalmente impraticabili; allagati anche garage, magazzini e fondi agricoli.

Alla luce di quanto accaduto la protezione civile del Comune di Latina ha emanato un’apposita ordinanza con cui si richiama “all’osservanza delle normative e dei regolamenti vigenti in materia di manutenzione e pulizia di fosse e canali, nonché quelle relative al taglio e alla potatura di alberi, rami e siepi”.

L’ordinanza impone ai proprietari, possessori e detentori di terreni ed immobili prossimi ad abitazioni, alle vie di comunicazione e alle strade, di provvedere entro trenta giorni ad eseguire una serie di interventi di manutenzione, altrimenti gli stessi soggetti saranno multati.

Il provvedimento è stato emanato alla luce delle considerazioni “che lo scorrimento incontrollato delle acque superficiali, associato all'anomalo comportamento pluviometrico che si allontana sempre più dalla tipicità mediterranea, determina, nei casi di piogge intense e prolungate, l'innesco di fenomeni che in tempi brevi evolvono in smottamenti, con possibili colate detritiche e ristagno d’acqua nei fossi o nei canali, producendo situazioni di rischio per la pubblica incolumità anche di tipo igienico sanitario”, ma anche che “i terreni agricoli del territorio comunale non presentano una buona regimentazione delle acque piovane, in quanto non vengono di solito realizzate le opere di sistemazione idraulica necessarie” e del fatto che sia “necessario mantenere costantemente puliti i cigli, le scarpate, le aree ed i fossi che attraversano le proprietà private, ed in particolare quelli prospicienti le strade comunali, al fine di rendere più sicura la viabilità vicinale di uso pubblico e le abitazioni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’ORDINANZA - Secondo l’ordinanza viene di eseguire “l’escavazione fino a livello e misura dovuta in larghezza e profondità, delle fosse confinanti con le predette strade; la rimozione tempestiva degli smottamenti e l’effettuazione di tutti quei lavori idonei ad evitare il manifestarsi delle medesime, nonché la rimozione tempestiva di alberi, ramaglie e terriccio provenienti dai terreni laterali e caduti dai propri fondi sulla sede stradale per effetto di intemperie o per qualsiasi altra causa; la realizzazione di tutti quei fossi che si rendono necessari per il regolare deflusso delle acque, anche se provenienti da terreni di altra proprietà; la manutenzione delle ripe confinanti con le strade in modo tale da impedire franamenti o cedimenti del corpo stradale, ivi comprese le opere di sostegno (fabbricati e muri di qualsiasi genere); la ripulitura dei cigli prospicienti le strade pubbliche, di uso pubblico e private, dalle erbacce; il taglio dei rami delle piante radicate sui propri fondi, che invadono le sedi delle strade predette e che si protendono oltre il ciglio stradale o che nascondono o limitano la visibilità dei segnali stradali, interferendo con la corretta fruibilità e funzionalità della strada; la potatura periodica di siepi radicate sui propri fondi, che provocano restringimenti e/o invasioni sulla strada confinante; la bonifica dell’apparato radicale degli alberi, cresciuti in modo tale da invadere e provocare danni al manto stradale, creando rischio e pericolo per la circolazione e la pubblica incolumità; l’attivazione di tutte le precauzioni e gli accorgimenti atti ad evitare qualsiasi danneggiamento e/o pericolo e/o limitazioni della sicurezza e della corretta fruibilità delle strade confinanti con i propri fondi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina, 227 i contagiati in provincia. Nel Lazio 173 casi positivi in un giorno

  • Coronavirus Latina: 237 contagi in provincia, 195 casi positivi in più nel Lazio in un giorno

  • Coronavirus, è morto il Paziente 1 di Fondi: era uno dei partecipanti alla festa di Carnevale

  • Coronavirus Latina: 193 i casi positivi nella provincia pontina, 1540 in tutto il Lazio

  • Coronavirus Fondi: il termoscanner individua un positivo al Mof, 140 screening su casi sospetti

  • Coronavirus, prima vittima a Latina: era un dipendente dell'Inps. Morto anche un anziano di Fondi

Torna su
LatinaToday è in caricamento