Anziana maltrattata e chiusa a chiave in stanza: 7 arresti. Sequestrata casa di riposo

L’operazione del Nas a Roccagorga: la donna ristretta veniva anche schiaffeggiata ed ingiuriata. Le indagini dopo la denuncia dei familiari

Sette persone sono state arrestate e una casa per anziani è stata sequestrata a Roccagorga al termine di una lunga ed articolata indagine dei carabinieri del Nas. Questa mattina i militari del Nucleo Antisofisticazione e Sanità, insieme al personale del Comando Tutela Salute e del Comando Provinciale di Latina, hanno dato esecuzione alle 7 ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari e al decreto di sequestro preventivo nell’ambito dell’operazione che è stata denominata “Gabbia” e che ha posto fine ad una “prolungata serie di maltrattamenti e sequestro di persona perpetrati ai danni di un’anziana ospite” della struttura ricettiva.

Le indagini, sotto la direzione e il coordinamento del sostituto procuratore Simona Gentile, sono partite nell’agosto del 2017 dopo la denuncia da parte dei familiari della donna ed ha avuto tra i suoi punti di forza l’utilizzo di specifiche attività tecniche, quali intercettazioni telefoniche, ambientali ed audio/video, che hanno consentito di cristallizzare “i reiterati e significativi episodi di autoritarismo e violenza” perpetrati, dal titolare e dalle operatrici della Comunità Alloggio per Anziani, ai danni dell’anziana ospite “non autosufficiente”.

Tra le tante vessazioni, spiegano i carabinieri del Nas, hanno assunto un particolare rilievo “le modalità di sistematico contenimento fisico della donna”, praticamente ristretta nel solo spazio della propria branda: grazie all’applicazione di sbarre metalliche sul letto, infatti, era stata realizzata una vera e propria “gabbia”, da cui il nome dell’operazione. Dagli accertamenti condotti dai carabinieri è emerso che l’anziana ospite era anche stata più volte chiusa a chiave all’interno della propria stanza, peraltro priva di servizi igienici; veniva ingiuriata, schiaffeggiata, strattonata, e spesso le venivano anche tirati i capelli. 

Maltrattamenti nella casa di riposo: il video  

Le ordinanze sono state emesse dal Gip del Tribunale di Latina, Pierpaolo Bortone, che ha anche disposto il sequestro preventivo dell’intera struttura e il contestuale trasferimento degli anziani ospiti presenti nel corso delle operazioni. I provvedimenti sono stati eseguiti tra Roccagorga, Maenza e Sezze nei confronti del titolare della struttura, della moglie e di ulteriori 5 operatrici socio sanitarie di cui tre di nazionalità rumena, che a vario titolo si sono resi responsabili dei reati contestati. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Coronavirus, due nuovi casi in provincia: positivi a Latina ed Aprilia

  • Coronavirus: un nuovo caso in provincia. Rilevati in aeroporto 36 positivi dal Bangladesh

  • Coronavirus, 14 casi nel Lazio. Regione: “A Terracina positivo un uomo del Bangladesh”

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

  • Coronavirus Latina: i contagi crescono ancora, tre nuovi casi in provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento