“Mare Sicuro 2015”, guardia costiera a lavoro sul litorale pontino e del Lazio

Presentata la campagna promossa dalla Capitaneria di Porto per fronteggiare la stagione estiva; mezzi e uomini a lavoro dal 22 giugno al 13 settembre per la sicurezza in mare e sulle coste

La salvaguardia della vita umana in mare, la sicurezza della navigazione e la tutela dell’Ambiente marino e del relativo habitat: questi gli obiettivi di “Mare Sicuro”, la campagna istituzionale promossa dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto per fronteggiare la stagione estiva.

L’iniziativa “Mare Sicuro 2015”, presentata questa mattina durante una conferenza stampa presso la capitaneria di porto di Civitavecchia, è stata preceduta da una mirata opera di sensibilizzazione e divulgazione informativa, presso gli istituti scolastici e tra i vari operatori del mare (tra i quali stabilimenti balneari, associazioni subacquee, circoli nautici,).

La campagna partirà lunedì 22 giugno e durerà fino al 13 settembre, per garantire, come ogni estate, la sicurezza delle vacanze di chi affolla arenili e specchi acquei del Lazio.
I 320 chilometri di costa, ricompresi nella giurisdizione della Direzione Marittima del Lazio, isole pontine comprese, saranno pattugliati, tutti i giorni, da 250 tra uomini e donne delle Capitanerie di porto, impiegando 21 motovedette e 23 unità minori della Guardia Costiera in mare e 22 mezzi a disposizione per vigilare a terra.

“Come sempre - spiegano dalla Capitaneria di Porto -, particolare attenzione sarà posta ai tratti di spiaggia libera sprovvisti di assistenza ai bagnanti, senza tolleranza alcuna per le trasgressioni all’interno della fascia dei 200 metri destinata alla balneazione e le violazioni al limite di velocità dei 10 nodi entro i 1000 metri dalla costa”.

“L’operazione “Mare sicuro” rientra fra le attività istituzionali proprie della Guardia Costiera, svolte in collaborazione sinergica con le altre Autorità pubbliche e Forze di polizia che operano in mare, con la quale si fornisce all’utenza quella adeguata risposta, funzionale e moderna dell’apparato statale attraverso controlli non invasivi, ma certamente incisivi ed efficaci”.

Ritorna poi, anche quest’anno il “bollino blu”, il sistema di controllo che consente ad una unità di essere sottoposto, durante la stagione, ad un solo controllo effettuato dalle varie forze di polizia operanti in mare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si ricorda infine il numero 1530 per le emergenze in mare, valido su tutto il territorio nazionale 24 ore al giorno e utilizzabile gratuitamente sia da telefonia fissa che mobile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Incidente sull'Appia, scontro tra auto e moto: la vittima è Sacha Carnevale

  • Stagione balneare al via, si torna al mare anche a Sabaudia: tutte le regole e i divieti

  • San Felice Circeo, stagione balneare al via ma solo per prendere il sole: vietato il bagno in mare

  • Coronavirus: 5 nuovi contagi nel Lazio. Aumenta anche il numero delle persone guarite

  • Coronavirus Latina: dopo due giorni a zero, un nuovo caso in provincia. Calano i ricoverati

Torna su
LatinaToday è in caricamento