Meteo, l’anticiclone Scipione a Latina: ancora afa e temperature bollenti

Oggi giornata da bollino rosso; ma ancora nei prossimi giorni, almeno fino a venerdì, il caldo non sembra destinato ad attenuarsi. La colonnina di mercurio potrebbe toccare anche i 37 gradi

Era stata annunciata come una giornata da bollino rosso. E tutte le aspettative sono state rispettate.

Temperature africane e caldo afoso continuano ad invadere la provincia pontina che rimane una delle zone colpite dall’anticiclone Scipione.

Nella giornata di oggi è stato raggiunto il picco dei 34 gradi, ma le cose non andranno certo meglio nelle prossime 72 ore.

Secondo il bollettino del Ministeo della Salute almeno fino a venerdì la provincia di Latina rimane a livello tre dello stato di allerta. La colonnina di mercurio domani segnerà almeno 35 gradi e nelle 24 ore successive è destinata a salire fino a toccare picchi di 37 gradi.

Per questo motivo da oggi pomeriggio alle 14 è stata avviata dallo stesso Ministero della Salute l’operazione “Estate Sicura”.

Tutti i giorni dalle 8.00 alle 18.00, compreso il sabato e la domenica, sarà attivo il numero gratuito nazionale 1500 che fornirà direttamente ai cittadini informazioni e consigli su come difendersi dal caldo e indicazioni sui servizi e sugli altri numeri verdi attivati dalle Regioni e dai Comuni, in particolare per fornire supporto alle persone anziane e agli altri soggetti che soffrono di più l’aumento delle temperature.

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Lavori sulle condotta idrica, Latina senza acqua giovedì 12 settembre

  • Garage a fuoco in via Geminiani: evacuato un palazzo. Intossicati alcuni residenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento