Minaccia di morte un’operatrice del centro di accoglienza, arrestato. Voleva essere ospitato

In manette a Norma un 36enne di origini nigeriane al quale era stata revocata la misura di accoglienza emessa dalla Prefettura. Si è scagliato anche contro i carabinieri

Un uomo di 36 anni di origini nigeriane è finito in manette a Norma per i reati di violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale e per tentata estorsione. 

L’arresto in seguito all’intervento dei carabinieri presso una casa di accoglienza per richiedenti asilo. 

L’uomo, già ospite presso la struttura, nonostante la revoca della misura di accoglienza emessa dalla Prefettura di Latina, aveva minacciato di morte un’operatrice del centro chiedendo di essere ospitato. Non solo, ma all’arrivo dei carabinieri si è scagliato contro di loro ed è stato bloccato solo dopo una breve colluttazione.

Arrestato è stato trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    A Formia il ricordo delle quasi mille vittime di mafia: il corteo poi la lettura dei nomi

  • Cronaca

    Arianna Briasco morta per overdose, processo per stalking all'amico colombiano

  • Cronaca

    Formia, pestaggio alla ex compagna in un ristorante: arrestato il nipote di Bardellino

  • Cronaca

    Tentato omicidio e rapimento della compagna, Porretta si difende: "Non volevo ucciderla"

I più letti della settimana

  • Torna l’ora legale: lancette dell’orologio in avanti, ecco quando spostarle

  • Incidente sulla Pontina, dopo lo scontro auto si ribalta sulla careggiata

  • Latina, le telecamere di Striscia la Notizia tornano al pronto soccorso del Goretti

  • Daniele Nardi, Sezze si ferma per il lutto cittadino. Poi ricordo sulla Semprevisa

  • Devasta due bar, rapina una donna e picchia in strada la compagna: preso un 27enne

  • Terracina, incidente sull'Appia: scontro fra tre veicoli. Due persone ferite

Torna su
LatinaToday è in caricamento