Il diploma anche per Martina: a consegnarlo sarà il ministro Bussetti

Il ministro dell'Istruzione ha manifestato la volontà di consegnare personalmente, ai genitori di Martina, il suo diploma. Le compagne avevano sostenuto l'esame di maturità dopo la morte della 19enne

Sarà il neo ministro dell'Istruzione Marco Bussetti a consegnare il diploma di maturità per Martina Natale, la ragazza di Latina scomparsa a soli 19 anni dopo una lunga malattia, pochi giorni prima dell'inizio della maturità. Quella di Martina è una storia che ha fatto il giro delle cronache nazionali, perché le sue compagne della V B del Liceo Manzoni di Latina hanno voluto discutere per lei la sua tesina davanti alla commissione d'esame. Un gesto straordinario di amicizia e solidarietà, che non poteva passare inosservato.

martina natale-2

Martina muore a 19 anni: le sue compagne sostengono l'esame di maturità per lei

Appresa la notizia, la segreteria del ministro, come anticipato dal Corriere della Sera, ha chiamato la dirigente scolastica del Liceo Paola Di Veroli per stabilire una data utile per la consegna ufficiale del diploma richiesto dalla scuola. Sarà forse entro fine luglio oppure all'inizio del nuovo anno scolastico, a settembre. 

Il post di Tiziano Ferro per Martina: "Sarai con me per sempre"

Ieri intanto l'assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Latina ha annunciato l'intenzione di premiare le compagne di classe di Martina.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Lavori sulle condotta idrica, Latina senza acqua giovedì 12 settembre

  • Garage a fuoco in via Geminiani: evacuato un palazzo. Intossicati alcuni residenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento