Lo prendono a calci e pugni: misterioso pestaggio davanti casa

Un operatore sanitario di 28 anni malmenato da tre persone con il volto coperto: è successo ieri sera in viale Giulio Cesare. Sull'episodio indagano i carabinieri

Un pestaggio apparentemente privo di movente ai danni di un operatore sanitario di 28 anni, originario di Caserta. È un episodio sul quale sono chiamati a indagare i carabinieri della compagnia di Latina, che stanno raccogliendo elementi sull’aggressione di gruppo consumatasi ieri pomeriggio in viale Giulio Cesare, a Latina.

Il ragazzo è stato malmenato attorno alle 16 davanti la propria abitazione. In tre, con il volto coperto e probabilmente italiani - ha riferito ai militari dell’Arma - lo hanno colpito ripetutamente con calci e pugni, prima di lasciarlo dolorante a terra.

Soccorso dagli operatori del 118, l’uomo è stato condotto presso l’ospedale “Goretti”, dove è stato visitato e poco dopo dimesso.

I carabinieri hanno raccolto la testimonianza del giovane e ora indagano sul caso. Scartata l’ipotesi della rapina (gli aggressori non hanno sottratto nulla al ragazzo), si valuta la pista della ritorsione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Lo Zecchino d’Oro “canta” anche pontino: terzo posto per un bambino di Sabaudia

Torna su
LatinaToday è in caricamento