Tragedie in mare, due vittime in poche ore. Appello della guardia costiera alla prudenza

Due turisti, un uomo e una donna, sono morti a Formia e Scauri nella giornata di ieri. L'appello ai bagnanti della guardia costiera che sta portando avanti una campagna di sensibilizzazione per aumentare la sicurezza in mare

Due decessi in poche ore nelle acque del sud pontino nella giornata di ieri. Nella mattinata un turista di 69 anni originario di Roma ma residente nella provincia di Frosinone ha perso la vita mentre faceva il bagno nel mare di Gianola a Formia.  Secondo quanto ricostruito, probabilmente a causa di un malore, l’uomo è morto poco dopo essere entrato in acqua intorno alle 10 di ieri mattina.

E nel tardo pomeriggio la seconda tragedia a Scauri: una turista napoletana di 60 anni è morta mentre faceva il bagno nei pressi del lido Delizia.

Proprio alla luce di questi e di altri incidenti dall’inizio dell’estate hanno interessato il litorale laziale - solo nel fine settimana scorso due sono stati i decessi nella zona di Santa Severa (Santa Marinella) e nel Comune di Fiumicino in località Fregene - e in corrispondenza del primo week end di agosto con la previsione di una crescente affluenza nei siti balneari, la Capitaneria di Porto di Gaeta fa appello al buon senso e alla prudenza di tutti i bagnanti.

“Diversi incidenti si sono verificati proprio per la scarsa attenzione prestata dai bagnanti alle principali regole di prudenza e buon senso e alle difficili condizioni meteorologiche che sono peggiorate cogliendoli impreparati, fino a registrare alcuni decessi in mare - commentano dalla Capitaneria di Porto -. A tal proposito si evidenzia come una giornata di mare possa essere trascorsa serenamente e senza dover sfidare le condizioni del mare che può assumere, anche repentinamente, cambiamenti improvvisi di forza e direzione”.

La Capitaneria di Porto infatti richiama tutti i bagnanti alla massima alla prudenza e ha posto in essere una campagna di sensibilizzazione presso gli stabilimenti balneari, gli esercenti di attività sul demanio marittimo, presso le strutture, le associazioni operanti nel territorio e nei confronti degli assistenti bagnanti finalizzata ad alzare il livello di attenzione e ad evitare problematiche di sicurezza in mare.

Tale attività di prevenzione viene effettuata nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro”, sotto il coordinamento della Direzione Marittima del Lazio.

"Tra i più importanti consigli forniti ai bagnanti si citano quello di non allontanarsi in modo eccessivo dalla costa sopravvalutando pericolosamente in tal senso le proprie capacità fisiche e sottovalutanto le condizioni meteo in atto, e di prestare la massima attenzione quando viene esposta la bandiera rossa che indica pericolo per la balneazione. Ai diportisti si ricorda di informarsi sulle condizioni meteo prima di intraprendere qualsiasi tipo di navigazione”.

I PERICOLI DEL MARE: CONSIGLI DELLA GUARDIA COSTIERA

Ad ogni buon fine si ricorda che le segnalazioni relative alle emergenze in mare possono essere inoltrate al numero blu 1530 ovvero attraverso il canale 16 del VHF marino.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

Torna su
LatinaToday è in caricamento