Lutto a Latina per la morte di Nico Piccinato, storico commerciante di stoffe

Proprietario di un banco al mercato e del negozio di via Corridoni. Il ricordo della Femca Cisl: “Un pezzo di storia di Latina è volato via”. Il cordoglio del sindaco Coletta

Lutto a Latina per la scomparsa Nico Piccinato, storico commerciante di stoffe molto conosciuto in città, proprietario di un banco al mercato e dell’omonimo negozio di via Corridoni, nel quartiere Nicolosi.  Si è spento all’età di 87 anni. 

“Un pezzo di storia di Latina è volato via” commentano con dolore dalla Femca Cisl. “Si sono serviti da lui intere generazioni, il suo forte erano le stoffe, la biancheria, i corredi; nel suo negozio sono transitate migliaia di coppie che mettevano su famiglia, da Nico si poteva tutto, si acquistava sulla parola e poi a rate con calma si pagava il conto. Era noto per i suoi racconti della sua vita da commerciante, prime vendite fatte con la bicicletta con il fratello Achille in giro per i poderi. I viaggi in bici verso Milano per comprare le prime pezze di stoffa. 

Arrivato a Latina all’età di 1 mese, ultimo di 4 fratelli, la mamma vedova, alla quale il regime gli affidò il ruolo di portinaia al lotto 1 delle case popolari, da dove ha avuto origine l’intera città. La sua passione - ricordano dal sindacato - era vendere, che interpretava con grande maestria, il cliente per lui era sacro, andava accontentato a tutti i costi. Un’arte che ha trasmesso alla figlia Antonella che lo ha seguito fino alla fine. Sulla scena fino all’ultimo, qualche mese fa era ancora al banco al mercato e poi al negozio storico, aperto negli anni 50 alle case popolari. Un veneto doc, che lascia la città in punta di piedi, dove poco è rimasto in quel sogno della bonifica che aveva conosciuto da giovane. Una vita dedicata al lavoro, sicuramente avrà il posto che si merita nell’aldilà”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cordoglio è stato espresso dal sindaco di Latina, Damiano Coletta che, a nome di tutta l’Amministrazione comunale, si stringe attorno al dolore dei familiari. Il primo cittadino ricorda Nico Piccinato come “un punto di riferimento di questa città, con la sua attività di stoffe, biancheria e corredi ha servito numerose generazioni di latinensi. Ha costruito un pezzo importante della storia di Latina attraverso il lavoro e le capacità imprenditoriali. Un esempio che resterà sempre con tutti noi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: 341 positivi in provincia. Nel Lazio 157 contagi in più in un giorno

  • Coronavirus Latina: salgono a 359 i positivi in provincia. Nel Lazio 123 casi in un giorno

  • Coronavirus Latina, 373 i casi totali in provincia, nel Lazio 3.300 ma 500 guariti

  • I balneari pensano alla stagione estiva: in spiaggia numero chiuso per anziani e soggetti a rischio

  • Coronavirus Latina: due morti e 20 contagi in più in provincia, nel Lazio 167 nuovi casi

  • Botte e pugni alla moglie, costretta a servire in tavola e a restare in piedi: arrestato

Torna su
LatinaToday è in caricamento