Esplosione a Rocca di Papa, cordoglio del Comune di Aprilia per la morte del sindaco Emanuele Crestini

Il primo cittadino deceduto in ospedale dove era ricoverato dal giorno della terribile esplosione. Sindaco Terra: "Dolorosa e inspiegabile perdita"

Cordoglio anche ad Aprilia per la morte del sindaco di Rocca di Papa Emanuele Crestini, vittima dell’esplosione che ha distrutto la facciata del Palazzo Municipale lo scorso 10 giugno. 

Il primo cittadino si è spento nella notte del 20 giugno in ospedale dove era ricoverato. Crestini è la seconda vittima della terribile esplosione avvenuta il 10 giugno quando dopo una fuga di gas, crollò parte della facciata comunale. A causa di quell’episodio rimasero ferite 16 persone, di cui tre bambini. 

Il sindaco di Rocca di Papa era rimasto gravemente ferito; come raccontano alcuni testimoni aveva subito prestato i primi soccorsi ai presenti. Oggi anche il sindaco di Aprilia Antonio Terra e l’Amministrazione comunale si stringono attorno alla comunità di Rocca di Papa.

“Siamo vicini alla famiglia e agli amici di Emanuele – afferma il primo cittadino apriliano – per questa dolorosa e inspiegabile perdita. Con lui, Rocca di Papa perde non solo il sindaco, ma anche un uomo dalla indiscutibile tenacia e dall’alto senso del dovere e delle istituzioni. Sono convinto che il suo esempio e l’estremo sacrificio rimarrà scolpito per sempre nella storia della città e del nostro Paese”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

  • Fiumi di droga dalla Spagna al sud pontino: 22 arresti. Armi e bombe per eliminare i rivali

  • Coronavirus Latina: nessun caso in provincia, 9 nel Lazio. Attenzione puntata sui voli internazionali

  • Operazione antidroga dei carabinieri nel sud pontino: 22 in manette. I nomi degli arrestati

  • Coronavirus: due nuovi casi e un decesso in provincia. Vietato abbassare la guardia

Torna su
LatinaToday è in caricamento