Museo di Satricum allagato, Pd: “Danni più gravi del previsto”

La denuncia del consigliere Sarubbo: “Da quattro mesi la struttura è inaccessibile ai disabili. Bastano 3mila euro per riparare l’ascensore, si intervenga in modo risolutivo invece di sperperare denaro pubblico"

Un problema di cui è responsabile anche il Comune di Latina e costato alla struttura di Borgo Le Ferriere danni più seri del previsto, tanto seri da impedire l’accesso dei diversamente abili”: la denuncia della situazione del Museo di Satricum, allagato nei mesi scorsi poco dopo i lavori di ristrutturazione a causa delle abbondanti piogge, del consigliere comunale del Pd, Omar Sarubbo, arrivata al termine della seduta della Commissione Cultura a cui ha partecipato insieme ai colleghi di partito Fabrizio Porcari, Alessandro Cozzolino, Enzo De Amicis e Aristide Carnevale

Dietro il parziale allagamento del novembre scorso ci sarebbe un problema di drenaggio.

“A quattro mesi dal fatto, solo oggi e dietro nostra richiesta– afferma Sarubbo - siamo riusciti ad avere informazioni sui danni subiti dal museo a seguito delle piogge che il 6 e 7 novembre scorsi hanno provocato un parziale allagamento delle strutture. Con grande sorpresa abbiamo appreso da un funzionario dell’ufficio Lavori Pubblici e dalla direttrice scientifica Laura Ebanista che gli allagamenti sono stati determinati dal fatto che le pompe per il drenaggio delle acque della gora installate dal Comune non erano sufficienti a garantire la sicurezza e solo dopo gli allagamenti, a danni ormai fatti, sono state sostituite con altre di potenza maggiore. Insomma, il Comune in questa vicenda ha le sue responsabilità”.

Dalla direttrice scientifica i democratici hanno inoltre appreso che i danni procurati sono più gravi di quanto immaginato: l’acqua ha invaso i locali raggiungendo un’altezza di circa 50 centimetri, i danni causati agli espositori in legno sono ingenti e l’elevatore per i disabili è stato sommerso completamente dall’acqua e compromesso in via permanente. “Quest’ultimo soprattutto è un fatto gravissimo – sottolinea Sarubbo aggiungendo che - l’ascensore-elevatore ad oggi non è stato ancora riparato perché, a detta degli uffici, non ci sono somme disponibili nonostante il costo dell’intervento ammonti a circa 3mila euro”.

In sostanza da circa quattro mesi chi è affetto da disabilità fisiche non può accedere alla struttura, una notizia questa che ha fatto “saltare sulla sedia” tutti i commissari presenti alla seduta. “Siamo sconcertati da tanta sciatteria - dichiarano Sarubbo, Porcari, Cozzolino, De Amicis e Carnevale rimarcando che se non avessero chiesto informazioni loro, nulla di tutto ciò sarebbe stato reso pubblico -. È scandaloso che a distanza di quattro mesi l’ascensore per disabili non sia stato riparato. Era la prima cosa da fare! Il Comune di Latina spreca una mole indefinita di denaro pubblico e non ha in cassa 3mila euro per risolvere il problema?”.

Per i consiglieri Pd non è credibile, per questo hanno denunciato la grave mancanza di sensibilità dimostrata dall’amministrazione e hanno dato mandato al presidente della commissione Cultura Cesare Bruni di interessare urgentemente il sindaco e di risolvere il problema nel giro di qualche giorno al massimo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Lavori sulle condotta idrica, Latina senza acqua giovedì 12 settembre

Torna su
LatinaToday è in caricamento