Negoziante pestato per due bottiglie di birra: rintracciati e arrestati i due aggressori

E' accaduto in un esercizio commerciale del capoluogo. In carcere sono finiti due uomini di nazionalità rumena che hanno prelevato le bibite e poi aggredito con calci e pugni al volto il titolare del locale

Si sono introdotti all’interno di un esercizio commerciale del capoluogo e hanno prelevato dagli scaffali alcune bottiglie di birra. Poi, al momento di pagare, hanno dichiarato al titolare del negozio di non avere soldi per pagare la merce. All’invito dell’uomo di riporre quindi le bottiglie, i due lo hanno improvvisamente aggredito con schiaffi e pugni al volto prima di darsi alla fuga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Immediatamente sono scattate le ricerche dei due bnditi da parte dei carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia di Latina, che li hanno rintracciati poco lontani dall’esercizio commerciale. Avevano ancora la merce rubata in mano e sono stati arrestati per rapna impropria. Si tratta di un 36enne e di un 24enne entrambi di nazionalità rumena ma domiciliati a Latina. I due sono stati portati in carcere, mentre l’esercente ha dovuto ricorrere alle cure dell’ospedale per le ferite riportate nel pestaggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina, 227 i contagiati in provincia. Nel Lazio 173 casi positivi in un giorno

  • Coronavirus Latina: 237 contagi in provincia, 195 casi positivi in più nel Lazio in un giorno

  • Coronavirus Latina: 193 i casi positivi nella provincia pontina, 1540 in tutto il Lazio

  • Terracina, 250 mascherine donate al Comune. Il biglietto: "Dal vostro concittadino Gabriele Orlandi"

  • Coronavirus Fondi: il termoscanner individua un positivo al Mof, 140 screening su casi sospetti

  • Coronavirus, prima vittima a Latina: era un dipendente dell'Inps. Morto anche un anziano di Fondi

Torna su
LatinaToday è in caricamento