Cisterna, tornano i “Nonni sulla breccia”: svolgeranno servizi per la collettività

Pubblicato l’avviso per reclutare quattro cittadini pensionati residenti a Cisterna di età compresa tra i 55 e 70 anni in buone condizioni psico-fisiche. Domande entro giovedì 17 novembre

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Tornano i “Nonni sulla breccia” per svolgere servizi utili alla collettività.

L’assessorato ai Servizi Sociali ha pubblicato l’avviso per reclutare quattro cittadini pensionati residenti a Cisterna di età compresa tra i 55 e 70 anni in buone condizioni psico-fisiche.

A fronte di un compenso economico corrisposto con voucher INPS, per sei mesi svolgeranno varie attività di supporto al Comune e di sicura utilità come la vigilanza presso gli edifici scolastici in concomitanza con l’ingresso e l’uscita degli studenti, i servizio di uscierato e centralinista nelle sedi indicate, lavori di piccola manutenzione del verde pubblico ed altro.

Presteranno la loro opera cinque giorni settimanali, dal lunedì al venerdì per un totale di trentatré ore mensili.

La domanda di partecipazione dovrà essere presentata entro il 17 novembre e redatta utilizzando il modello predisposto e disponibile presso il PUAC – Segretariato Sociale del Comune di Cisterna di Latina – sito in Corso della Repubblica 186, presso i Servizi Sociali (dal lunedì al venerdì dalle ore 09 alle 12 e il giovedì dalle 15 alle 15.30, il martedì anche nella sede distaccata degli Uffici Comunali nel Quartiere San Valentino dalle ore 15 alle 17) oppure sul sito internet del Comune di Cisterna di Latina nella sezione “Bandi di concorso”.

L’ammissione al progetto sarà subordinata alla valutazione dei Servizi Sociali che terrà conto della condizione economica dichiarata dall’ISEE.

"E’ un progetto – afferma l’assessore ai Servizi Sociali, Pierluigi Ianiri – utile ed atteso sia dai diretti interessati che dalla città. L’apporto dei nostri anziani è importante sia per mantenere un loro ruolo attivo nella società ma anche per sopperire a delle effettive carenze di personale che sempre più l’ente patisce a causa delle ristrettezze imposte dalla normativa. A questo proposito ringrazio gli uffici comunali che con impegno e non senza difficoltà hanno dato un contributo importante  affinché fosse possibile ristabilire questo progetto. La speranza è di riuscire a reperire ulteriori fondi nel prossimo bilancio per aumentare il numero degli anziani nell’iniziativa attingendo alla graduatoria che si andrà a formare. Auspico dunque una importante partecipazione al progetto affinché si possa attivare quella collaborazione tra Comune e cittadinanza molto utile alla collettività".

Torna su
LatinaToday è in caricamento