Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Omicidio Capirchio: allevatore ucciso, gettato in dirupo e rinvenuto a Lenola | Il video

 

E’ stato ritorvato in una grotta in località Ambrifi a Lenola nella mattinata di ieri, venerdì 23 marzo, il corpo di Armando Capirchio, l'allevatore di Vallecorsa scomparso lo scorso 23 ottobre.

Il corpo fatto a pezzi è stato rinvenuto all’interno di due grandi sacchi. Frosinone Today in una esclusiva video era presente sul posto al momento del rinvenimento. A trovare i resti dell’allevatore sono stati gli speleologi del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico del Lazio che, insieme a carabinieri e vigili del fuoco, per ore hanno scandagliato la zona di montagna situata nel comune pontino ai confini con la provincia di Frosinone, sui monti Aurunci. 

Gli esperti del Soccorso Alpino, supportati dall'aiuto degli elicotteri dei Carabinieri Forestali, hanno perlustrato alcune cavità dove si presumeva fosse stato nascosto il corpo di Capirchio. Dopo diverse ore di ricerca, condotte da alcune squadre di terra formate da tecnici speleologici e tecnici alpini del CNSAS, sono stati individuati i resti dell'allevatore vallecorsano.

Nella mattinata di oggi presso il comando provinciale dei carabinieri è prevista una conferenza stampa nel corso della quqle verranno forniti maggiori dettagli sul rinvenimento del corpo e sulle indagini che sono state condotte in questi mesi dai militari dell’Arma e che hanno portato fino a Lenola.

Gli aggiornamenti su FrosinoneToday

Potrebbe Interessarti

Torna su
LatinaToday è in caricamento