Omicidio Pandolfo, Mirko Pascale condannato a 14 anni in Appello

Al termine del processo di primo grado con il rito abbreviato, il giudice Iansiti lo aveva condannato a 18 anni. I fatti il 18 febbraio 2012 a Santi Cosma e Damiano quando Fiore Pandolfo fu ucciso con 12 colpi di pistola

Condannato a 14 anni di reclusione. Questa la sentenza emessa dalla I Corte d’assise d’appello nei confronti di Mirko Pascale, 25enne di Castelforte accusato di aver ucciso il 31enne Fiore Pandolfo.

I fatti nella serata del 18 febbraio 2012 a Santi Cosma e Damiano, quando Pandolfo fu ucciso con 12 colpi di pistola; la sera stessa Pascale si costituì ai carabinieri consegnando anche l’arma del delitto.

In primo grado, al termine del processo con il rito abbreviato, il 25enne era stato condannato dal gup di Latina Nicola Iansiti a 18 anni di reclusione.

Il procuratore generale oggi aveva chiesto la conferma di quella condanna; la diminuzione della pena in appello è stata motivata con la concessione delle attenuanti generiche prevalenti rispetto alle aggravanti contestate.

Secondo l’accusa alla base dell’omicidio una donna che da qualche tempo Pascale frequentava e che la vittima gli aveva intimato di non vedere più.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

  • Incidente sulla Pontina, maxi tamponamento fra 8 veicoli: code e traffico in tilt

Torna su
LatinaToday è in caricamento