Omicidio Patrizio Barlone, indagini a tutto tondo. Oggi l’arrivo dei Ris

Vanno avanti senza sosta le indagini sull'uccisione dell'ex diacono a Monte San Biagio. Nella giornata di oggi previsto il sopralluogo nella casa di via Roma daparte degli specialisti del Ris

La palazzina di via Roma dove si è consumato l'omicidio

Si indaga sull’omicidio di Patrizio Barlone, l’ex diacono trovato senza vita nella sua abitazione di via Roma nella mattinata di ieri. Da allora sono andate avanti senza sosta le indagini dei carabinieri coordinate dal pm Eleonora Tortora su quello che appare proprio come un efferato delitto che, in base ai primi accertamenti, potrebbe essere stato compiuto nella serata di domenica mentre in paese si svolgevano i festeggiamenti per il Santo Patrono.

“Don Patrizio”, così era conosciuto in paese il 61enne ex diacono che più volte si era spacciato per sacerdote - nell’estate del 2014 era stato anche denunciato per questo -, è stato trovato dalla nipote nella sua abitazione riverso a terra in una pozza di sangue con le gambe e le braccia legate e la testa coperta da un cappuccio. L’uomo sarebbe stato colpito alla testa con un corpo contundente, non trovato sulla scena del delitto e che l’assassino - anche se sembra più probabile gli assassini - potrebbe aver portato via con sè.

Secondo le indiscrezioni, nessuno degli altri inquilini del palazzo e della zona pare abbia sentito nella sera di domenica dei rumori particolari provenire dalla casa del 61enne. Intanto, oggi nell’abitazione di via Roma, in pieno centro a Monte San Biagio, arriveranno gli esperti del Ris - Reparto Investigazioni Scientifiche - dei carabinieri di Roma per un accurato sopralluogo da cui potrebbero arrivare altri elementi utili alle indagini. Alcune tracce sarebbero state isolate sia all’interno che all’esterno della casa.

Come elementi utili sulle cause della morte e sull’ora del decesso potrebbero arrivare anche dall’autopsia come dall’analisi dei filmati delle videocamere di sorveglianza della zona che pare abbiano ripreso quattro persone aggirarsi nella zona quella sera. Ascoltate anche diverse persone mentre si continua a scavare nella vita delle vittima per cercare di risalire al movente e ai responsabili dell'efferato delitto.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Coronavirus, due nuovi casi in provincia: positivi a Latina ed Aprilia

  • Coronavirus: un nuovo caso in provincia. Rilevati in aeroporto 36 positivi dal Bangladesh

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento