Omicidio a Scauri: investito e ucciso dopo un litigio, si indaga sul movente

Carabinieri al lavoro per chiarire i contorni del sanguinoso episodio. Sconvolto il sindaco Stefanelli: “Tristezza e sgomento albergano nella nostra comunità. Una preghiera per Cristiano"

Sono in corso le indagini dei carabinieri sulla morte di Cristiano Campanale, investito da un’auto nel pomeriggio di ieri, 25 gennaio, a Scauri, frazione di Minturno. Subito i militari dell’Arma hanno arrestato il 34enne Eduardo Di Caprio; per lui l’accusa formulata dal pm di turno della Procura di Cassino è di omicidio volontario. 

Perché, secondo gli investigatori, alla base dell’investimento mortale ci sarebbe un precedente litigio. Tutto è accaduto intorno alle 18.30 in via Antonio Sebastiani, non lontano dal centro della piccola frazione di Minturno, davanti al negozio “Sotto Zero” di cui proprio il 34enne è titolare. Per il 27enne, titolare invece di un pub a Formia, non c’è stato nulla da fare. Subito l’area è stata transenntaa per permettere i rilievi con il corpo del giovane in una pozza di sangue e vicino l’auto finita completamente sul marciapiede. 

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, Di Caprio alla guida di una Ford Fiesta avrebbe investito Campanale forse a seguito di un precedente litigio. Ed è proprio intorno al movente che ruotano gli interrogativi degli investigatori; forse una questione economica ma al momento sono solo supposizioni. Risposte importanti su quanto avvenuto possono arrivare dalle telecamere di videosorveglianza della zona ma anche dalle testimonianze di quanti hanno assistito al tragico investimento. 

Tutto è accaduto, infatti, davanti agli occhi increduli dei passanti di via Antonio Sebastiani che hanno visto la Ford piombare sul 27enne. “Il tragico episodio mi lascia senza parole - ha detto il sindaco di Minturno Gerardo Stefanelli attraverso un post su Facebook -. Tristezza e sgomento albergano nella nostra comunità. Una preghiera per Cristiano”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

Torna su
LatinaToday è in caricamento