Blitz antidroga a Roma: scoperta una piazza di spaccio gestita anche a Latina

L'operazione Lucifero 2017 della Squadra Mobile ha permesso di disarticolare i fornitori di droga e i gestori del traffico

Avevano ridisegnatno la mappa delle piazza di spaccio della Capitale, dal litorale fino alla provincia arrivando anche a Latina. Gli agenti della sezione Antidroga della Squadra Mobile di Roma, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafica capitolina, hanno arrestato questa mattina, 17 settembre, 21 persone appartenenti a diversi gruppi criminali dediti al traffico e alla detenzione di sostanze stupefacenti.

Nell'ambito dell'Operazione Lucifero 2017 sono stati sequestrati 20 chili di cocaina, 20 di marijuana e 10 di hashish. Oltre ad armi e alla somma di 20mila euro. Tra i soggetti colpiti dall’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal G.I.P. De Robbio del Tribunale di Roma, figurano elementi di spicco della criminalità romana tra i quali Fabrizio Capogna e Gaetano Giuseppe Mazza, siciliano, residente in Colombia per gestire da vicino gli illeciti traffici di droga, tuttora ricercato.

L’attività di indagine trae origine da un ingente sequestro di cocaina, eseguito nel marzo 2017, che ha fatto emergere la figura di Davide Barberis conosciuto negli ambienti criminali come noto personal trainer in stretto contatto con la malavita albanese, in particolare con Dorian Petoku, appartenente alla cosiddetta batteria di Ponte Milvio, recentemente riemersa alle cronache in seguito all’omicidio di Fabrizio Piscitelli. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il monitoraggio di Barberis ha consentito di accertare un autonomo circuito di spaccio nella città di Latina, che l'uomo gestiva insieme a Casimiro Malafronte detto “Miro”, nonché individuare altri soggetti gravitanti nel mondo degli stupefacenti a loro volta fornitori di altrettante piazze di spaccio, ai quali lo stesso si rivolgeva di volta in volta, a seconda della convenienza economica riferita al prezzo di vendita al chilo della cocaina.

I particolari dell'operazione su Roma Today

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

  • Coronavirus: salgono a 549 i casi in provincia. Nel Lazio 20 positivi in più, i dati di tutte le Asl

  • Coronavirus: nuovi contagi distribuiti nei comuni di Latina, Maenza, Priverno e Cisterna

  • Coronavirus: nel Lazio solo 12 nuovi contagi, in provincia le vittime salgono a 35

Torna su
LatinaToday è in caricamento