Operazione Arpalo, la nuova perizia: Pasquale Maietta può andare in carcere

Già disposto il trasferimento del commercialista pontino in una struttura dove potrà proseguire le cure

Le condizioni di Pasquale Maietta sono compatibili con il regime carcerario. E' quanto stabilito nell'ultima perizia eseguita da un medico legale su incarico del gip Laura Matilde Campoli sullo stato di salute del commercialista pontino, dal 16 aprile in stato di arresto nell'ambito dell'operazione Arpalo. Dopo l'incidente con la motozappa avvenuto nella sua abitazione di Latina una setttimana prima degli arresti, Maietta era stato ricoverato in una clinica privata romana e poi al San Camillo, dove si trova attualmente.

Ma ora la perizia ha stabilito che può essere trasferito in carcere, dove l'indagato potrà comunque proseguire le cure. Il gip ha già disposto il suo trasferimento e non appena sarà inidivudata  la struttura più idonea, Pasquale Maietta varcherà la soglia del carcere. Una prima perizia, eseguita all'indomani degli arresti, aveva invece stabilito che in quel momento le sue condizioni di salute non fossero compatibili con la detenzione in una struttura carceraria. E così l'indagato era stato trasferito dalla clinica privata all'ospedale San Camillo.

Insieme a lui altre 12 persone erano fnite agli arresti, tra cui la ex presidente del Latina Calcio Paola Cavicchi e il figlio della donna Fabrizio Colletti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

  • Fiumi di droga dalla Spagna al sud pontino: 22 arresti. Armi e bombe per eliminare i rivali

  • Coronavirus Latina: nessun caso in provincia, 9 nel Lazio. Attenzione puntata sui voli internazionali

  • Operazione antidroga dei carabinieri nel sud pontino: 22 in manette. I nomi degli arrestati

  • Coronavirus: due nuovi casi e un decesso in provincia. Vietato abbassare la guardia

Torna su
LatinaToday è in caricamento