Consumo di alcolici in strada, arriva lo stop del Comune

L'amministrazione di Latina emette un'ordinanza per evitare gli eccessi dovuti all'abuso di alcol in luoghi pubblici: il divieto sarà in vigore da domani, 1° settembre

“Arriva la stretta da parte dell’amministrazione comunale contro la vendita e il consumo indiscriminato di bevande alcoliche nei luoghi e nelle occasioni non autorizzati”. La giunta Di Giorgi prova a mettere un freno agli ultimi episodi di cronaca e di turbamento dell'ordine pubblico legati all'abuso di alcol. Un'ordinanza che ha tutti i contorni di una tanto attesa risposta ai disordini che si verificano da tempo soprattutto nella cosiddetta “zona dei pub”.

“Nelle ultime settimane sono state inoltrate al Comune - spiega l'amministrazione in un comunicato - diverse segnalazioni da parte delle forze dell’ordine e dei cittadini stessi relative a situazioni di disagio e episodi di aggressività che si sono registrati in aree pubbliche della città, la cui causa è riconducibile all’eccessivo consumo di bevande alcoliche”.

Nell'ordinanza comunale si legge che da domani, 1° settembre, sul territorio di Latina non si potrà consumare in luogo pubblico o di uso pubblico (marciapiedi, strade, piazze, giardini pubblici ed aree verdi in genere, parchi, vicinanze scolastiche, campi sportivi, parcheggi pubblici e nella Zona Pub di via Neghelli) bevande alcoliche e di qualsiasi gradazione (il consumo è invece consentito all’interno degli esercizi pubblici autorizzati) e abbandonare nei medesimi luoghi qualunque contenitore vuoto di bevande, in particolare di vetri, di alimenti, rifiuti ed altri oggetti che possano creare pericoli ai fruitori delle aree pubbliche.

Sarà poi vietata la vendita o la somministrazione di alcolici nelle vicinanze dello stadio “Francioni” nei giorni di svolgimento delle partite di calcio  del Latina. Una disposizione, quest'ultima, richiesta dalla Questura.

“Sono esclusi da tale divieto le attività plateatiche, praticate anche mediante tavoli e sedie – spiega ancora il Comune - degli esercizi commerciali durante l’orario di apertura, limitatamente alle bevande somministrate, con l’obbligo per i gestori di provvedere con immediatezza, al termine del consumo, al ritiro dei contenitori rimasti vuoti. Sono esclusi dal divieto anche i casi di manifestazioni culturali e sportive (tranne lo stadio “Francioni” per le gare di calcio) sagre, fiere e mercati, limitatamente alle aree ad essi dedicati. In caso di inosservanza si applicano le apposite sanzioni previste dalla legge”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

Torna su
LatinaToday è in caricamento