Otto chili di bulbi di papavero e 4mila pasticche: arrestato un commerciante

L'operazione dei carabinieri è scattata ad Aprilia, dopo una lunga attività investigativa. In manette è finito un cittadino pakistano di 32 anni

I carabinieri della stazione di Aprilia, dopo una lunga attività investigativa, hanno arrestato un cittadino pakistano di 32 anni per droga. L'uomo, che svolgeva l'attività di commerciante di prodotti tipici indiani, nel corso di perquisizioni operate dai militari, è stato trovato in possesso di 8 chili di bulbi di papavero da oppio che erano stati essiccati.

Insieme ai bulbi l'uomo è stato trovato in possesso di 4mila pasticche di Spasmo Proxyvon Plus, un potente farmaco derivato dall'oppio con effetti simili a quelli dell'eroina, venduto a basso costo e con effetti particolarmente pericolosi per la salute perché capace di creare allucinazioni alterando il sistema nerovoso. Tutta la droga rinvenuta è stata sequestrata. 

L'arrestato è stato invece sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo previsto per domani lunedì 11 dicembre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Chiede la mascherina al datore di lavoro: licenziato, picchiato e poi gettato in un canale

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Coronavirus, tre nuovi casi in provincia: tutti relativi al cluster di Priverno

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento