Palazzetto sì, palazzetto no: botta e risposta tra Comune e Pd

Alla vigilia della partita dell'Andreoli continua la polemica sull'impianto di via dei Mille. Intanto il Comune ha messo a disposizione dei tifosi un pullman gratuito per andare a Frosinone

Manca poco alla Gara-1 dell’Andreoli che stasera si gioca la prima partita valevole per la semifinale scudetto contro Trento.

Ma la vigilia di questo match, come di quello casalingo di domenica, è stata certo riscaldata dalla questione del palazzetto dello sport di via dei Mille, inagibile per ospitare questa come anche le partite europee che saranno disputate dalla squadra pontina nella prossima stagione.

È di ieri il botta e risposta tra Cozzolino e l’amministrazione comunale che ha dichiarato di non poter sostenere le spese per la realizzazione di un nuovo palazzetto ma di poter supportare delle modifiche all’attuale.

E oggi torna di nuovo ad infuocarsi il tema con gli interventi dei consiglieri del Pd De Marchis e Cozzolino e dell’assessore comunale all’attuazione delle politiche del territorio, Giuseppe Di Rubbo.

IL PD - “È un errore strategico scartare da subito l’ipotesi della costruzione di un nuovo palasport. Lo stesso errore – afferma De Marchis - che Di Giorgi ha commesso dieci anni fa quando da assessore allo sport optò per la costosissima ristrutturazione del palazzetto invece di realizzare una nuova struttura. Viene da chiedersi perché la nostra città debba perdersi dietro progetti astratti e irrealizzabili come il porto e invece di perseguire progetti più concreti e necessari per una città giovane come Latina come il palazzetto sport”.

“Qualche anno fa – dichiara il consigliere comunale del Pd Alessandro Cozzolino - il Comune chiese un finanziamento alla Regione per realizzare il palasport sul lungomare di Latina. Ora noi pensiamo che quell’idea, e non quel progetto, vada ripercorsa per dare una risposta allo sport cittadino”.

Un punto di forza potrebbe essere il progetto di finanza che potrebbe vedere operatori economici interessati alla realizzazione di una nuova struttura multifunzionale capace di ospitare sia eventi sportivi sia sociali e culturali.

“Sarebbe una risposta importante per una città giovane come Latina – concludono i consiglieri De Marchis e Cozzolino - che consentirebbe di avere una struttura moderna e di liberare l’attuale palazzetto dello sport lasciandolo alle attività delle società sportive minori. In questa direzione proporremo un dibattito all’interno della commissione e presenteremo un emendamento nell’ambito del prossimo bilancio di previsione”.

GIUSEPPE DI RUBBO - “Con gli attuali fondi a disposizione del bilancio comunale non si può procedere alla realizzazione di un nuovo palazzetto dello sport, opera che, inoltre, attualmente non è necessaria né prioritaria per la nostra città” afferma Di Rubbo.

“Occorre essere realisti e non farsi illusioni: se è vero che la carenza di fondi pubblici non ci consente, ora, di pensare alla realizzazione di un nuovo palazzetto dello sport ciò non significa che l’amministrazione non sia aperta ad altre soluzioni, per esempio ad un progetto di finanza”.

Se ci fosse un privato disposto ad investire con l’amministrazione su un nuovo palazzetto ben venga – afferma l’assessore Di Rubbo –. Del resto è quello che abbiamo proposto noi per primi alla dirigenza della Top Volley Latina che, però, ha rifiutato. Nostro dovere di amministratori pubblici è stabilire le priorità sull’impiego delle scarse risorse pubbliche e in questo momento le priorità sono altre rispetto alla realizzazione di un nuovo mega impianto, di cui, del resto, la città non sente il bisogno considerata la media di spettatori che seguono le gare delle maggiori squadre del capoluogo”.

“Relativamente, invece, ad accostamenti di questa vicenda con quella del progetto del porto di Foceverde, ribadisco che quel progetto è stato accantonato perché si trattava di un’opera faraonica irrealizzabile. Noi come amministrazione ci vogliamo distinguere proprio per la chiarezza e per la correttezza verso i cittadini” conclude Di Rubbo.

DAL COMUNE – Intanto per la gara di domenica dell’Andreoli contro il Trento che sarà giocata a Frosinone, il Comune ha messo a disposizione gratuita un primo pullman per i tifosi che vorranno seguire la squadra in trasferta.
L’amministrazione si sta attivando, in base alle richieste che preverranno, per mettere a disposizione dei tifosi un eventuale secondo mezzo. Il pullman partirà per Frosinone alle ore 14,00 dal piazzale del palazzetto dello sport in via dei Mille.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

  • I “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese sulla Riviera d’Ulisse: trionfa la Ricciola Saracena

Torna su
LatinaToday è in caricamento