Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Parco Falcone e Borsellino, Coletta: “Affermiamo il valore della legalità” | IL VIDEO

 

Forte e sentito il discorso del sindaco di Latina Damiano Coletta nel corso della cerimonia che nel pomeriggio del 19 luglio, nel giorno del 25esimo anniversario della strage di via D’Amelio, si è tenuta per l’intitolazione del Parco Comunale a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Una decisione quella dell’Amministrazione che non ha mancato di suscitare polemiche e anche oggi non sono mancate le contestazioni al primo cittadino.

“Non è stato facile fare questa scelta e tutti sanno il perché - ha detto il primo cittadino -. Ribadisco il mio rispetto per le opinioni diverse se sono espresse nell’ambito di un confronto dialettico perché questo ce l’ha insegnato la democrazia. Ma ribadisco anche di non accettare polemiche strumentali da parte di chi paradossalmente ha pure calpestato la storia, che partono da coordinate non corrette o addirittura frutto di una montatura e che hanno la pericolosa finalità di alimentare tensioni divisorie su un tema che invece ha valori molto più nobili, di cui questa comunità deve sentirsi orgogliosa. Chiariamolo una volta per tutte ed in maniera definitiva: in questa vicenda non c’è nessuna volontà divisoria, nessuna negazione della storia, nessun abbattimento di monumenti, ma semplicemente la volontà di unire ed affermare i valori della legalità attraverso un pezzo di storia recente in cui tutti ci identifichiamo. Chi non ha capito questo, non ha capito nulla”.

“Latina doveva dare un segnale proprio ora, in questo momento, in questo tempo, in questo luogo - ha proseguito il primo cittadino in un altro passaggio del suo discorso -. Perché se la nostra città viene presa come modello e come laboratorio dell’antimafia vuol dire che ha scelto da che parte stare. E questa giornata storica è il suggello di un percorso compiuto da tutta la comunità".

L'intervento della presidente Boldrini
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
LatinaToday è in caricamento