Pesca abusiva, sequestrati oltre 50 chili di cozze dalla guardia costiera a Sperlonga

L'operazione dei militari nell'ambito di "Mare Sicuro": il pescatore sportivo sorpreso ad asportare i prodotti ittici dalla costa rocciosa. Per lui anche 2mila euro di multa. Il rodiato sequestrato, ancora vivo, è stato rigettato in mare

Sequestrati 50 chili di cozze a Sperlonga da parte della guardia costiera di Gaeta durante alcuni controlli contro la pesca abusiva. L’attività dei militari nell’ambito della più ampia operazione in atto “Mare Sicuro 2016”.

Nel corso dei controlli in località Bazzano i militari hanno notato la presenza di un pescatore sportivo che aveva asportato dalla costa rocciosa oltre 50 kilogrammi di molluschi bivalvi vivi e precisamente “Mytilus galloprovincialis”, più comunemente noti con il nome “cozze”, e successivamente occultati all’interno di sacchi. 

Il prodotto ittico illegalmente recuperato è stato sequestrato insieme alla relativa attrezzatura subacquea utilizzata per la raccolta; per il pescatore anche una multa di 2mila euro. Le cozze, ancora vive, sono poi state rigettate in mare nei pressi della prospiciente costa rocciosa, attraverso l’ausilio delle unità navali della Guardia Costiera. 

sequestro_cozze_sperlonga_1-2

“Tale prodotto illecitamente pescato - si legge in una nota della Capitaneria di Porto -, qualora non sequestrato dai militari della guardia costiera, sarebbe stato immesso sul mercato e finito sulla tavola degli ignari consumatori, senza però le garanzie di tracciabilità e di salubrità come previsto dalle vigenti norme di settore”. 

Sempre in località Bazzano, la guardia costiera ha anche multato di 2mila euro il titolare di un locale stabilimento balneare per la mancata presenza dell’assistente bagnanti. 

“La vigilanza in mare e sulle coste continua a tutela della serena e sicura fruizione del pubblico demanio marittimo e della tutela dell’ecosistema marino da parte della guardia costiera” concludono dalla Capitaneria di Porto.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

Torna su
LatinaToday è in caricamento