Servono pesce surgelato anzichè fresco, denunciati due ristoratori

Controlli dei carabinieri nei ristoranti dell'isola e nelle pescherie. Elevate multe fino a mille euro

E' prescrizione obbliogatoria indicare sul menù se il prodotto che si vende è surgelato. Se ciò non avviene si commette una frode e la conseguenza è una denuncia.

E' quello che è accaduto nella serata di ieri sull'isola di Ventotene dove i titolari di due ristoranti sono finiti nel mirino dei carabinieri della locale stazione che, in collaborazione con quelli della Motovedetta CCN711, hanno messo in atto specifici servizi di controllo nelle attività del posto.

In due ristoranti si somministravano ai clienti preparati a base di prodotti ittici surgelati anzichè freschi, omettendo di fare specifica indicazione sulla carta del menù giornaliero. 

Nello stesso contesto è stata controllata anche una pescheria al cui titolare è stata contestata una sanzione amministrativa di 1000 euro per aver posto in vendita molluschi bivalvi aspersi in acqua. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

Torna su
LatinaToday è in caricamento