Pestaggio al Carrefour, Ciaravino si presenta in Questura: rimandato a casa

E' ufficialmente solo indagato a piede libero per l'aggressione al supermercato del Piccarello. A suo carico nessun provvedimento di arresto

Si è presentato questa mattina alle 8,30 in Questura Matteo Ciaravino identificato come uno dei responsabili dell'aggressione avvenuta domenica pomeriggio al supermercato Carrefour del Piccarello. Ciaravino era accompagnato dal suo legale, l'avvocato Francesco Vasaturo, e si è presentato per fornire chiarimenti.

A suo carico però non è stato emesso nessun provvedimento di arresto e dunque il 29enne di Latina è stato rimandato a casa. L'avvocato Vasaturo spiega che Ciaravino è stato solo identificato e formalmente indagato a piede libero per il pestaggio. Terminate le operazioni di rito, intorno alle 9,30 era già uscito dalla Questura. C'è un video delle telecamere di sorveglianza interne all'esercizio commerciale che ha immortalato tutta la scena dell'aggressione e che gli investigatori della Squadra Mobile di Latina stanno vagliando, ma il giudice non ha ritenuto di emettere a suo carico un provvedimento. 

Ciaravino era stato condannato con sentenza definitiva per l'omicidio di Matteo Vaccaro. Insieme a lui, nel supermercato, c'era anche Roberto Ciarelli, appartenente al clan rom del capoluogo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

  • Incidente sulla Pontina, maxi tamponamento fra 8 veicoli: code e traffico in tilt

  • Scomparso da tre giorni: ricerche a tappeto con l'elicottero dei vigili

Torna su
LatinaToday è in caricamento