Pestaggio al Carrefour, il Riesame conferma gli arresti per Ciaravino e Valentina Ciarelli

Il tribunale della Libertà ha respinto i ricorsi di due degli arrestati. Roberto Ciarelli si era costituito in carcere a Pescara

Il tribunale del Riesame ha confermato le misure cautelari per Matteo Ciaravino e Valentina Ciarelli, due dei tre arrestati ritenuti responsabili del brutale pestaggio al supermercato Carrefour del Piccarello ai danni dell'addetto alla sicurezza.

A Ciaravino, destinatario di un'ordinanza in carcere, il gip del tribunale di Latina aveva già negato la scarcerazione e ora i giudici del Riesame confermano il provvedimento. Valentina Ciarelli resta invece agli arresti domiciliari. Il fratello Roberto Ciarelli, 22 anni, era inizialmente irreperibile e all'indomani dai primi due arresti della squadra mobile di Latina si era poi costituito presentandosi in carcere a Pescara, dove si era rifugiato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il pestaggio risale al 28 gennaio scorso. Una domenica pomeriggio i tre si erano presentati nel supermercato del Piccarello, il vigilante li aveva seguiti per il loro atteggiamento sospetto e ne era nato un litigio nel corso del quale i tre avevano cominciato a rivolgere al vigilante una serie di offese e insulti per la sua invalidità. Poi si era scatenata la violenza. L'addetto alla sicurezza era stato picchiato sul volto e preso a calci anche quando era già a terra. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Coronavirus, due nuovi casi in provincia: positivi a Latina ed Aprilia

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

  • Coronavirus: in provincia nessun nuovo caso, 11 pazienti nel Lazio e un decesso

Torna su
LatinaToday è in caricamento